Le migliori maschere per i capelli fini

I capelli fini sempre rappresentano un problema. Vengono danneggiati facilmente, formano le doppie punte, non tengono praticamente volume, perciò, le donne con i capelli sottili sono costrette a cercare dei modi per rendere la loro chioma più folta. Tuttavia, è abbastanza difficile cambiare il livello della loro foltezza in quanto essa è condizionata geneticamente, inoltre si dovrebbero far crescere tantissimi capelli sempre fini per aumentare il loro volume. Invece è possibile renderli più spessi e nutrirli con le vitamine grazie ai prodotti moderni per la cura e pure applicando le maschere fai-da-te per i capelli fini ed indeboliti.

Di che cosa hanno bisogno i capelli fini

Maschere per capelli finiPrima di scegliere un prodotto adatto bisogna determinare qual’è la struttura della vostra capigliatura. I capelli possono essere sottili naturalmente: al solito li hanno le donne bionde naturali e spesso quelle con il colore castano chiaro. In questo caso nessun trattamento li renderà più grossi. L’unico modo per aggiungerci un pò di volume è usare gli agenti con le proprietà avvolgenti oppure qualche altro trucco da parrucchiere. Però spesso pure i capelli normali o perfino spessi naturali, gradualmente, con gli anni che passano, diventano più sottili a causa della cura sbagliata e sotto l’impatto negativo dell’ambiente esterno. Allora qui le maschere specifiche sono in grado di ristrutturarli e restituire a loro parzialmente o completamente il volume perso.

In generale, il nutrimento supplementare ha un effetto benefico per tutti i tipi di capigliatura, ma quella indebolita e assottigliata ne ha proprio bisogno vitale. Le vitamine servono anche al cuoio capelluto, dove si trovano i bulbi dei capelli. Più sani ed attivi essi sono, più producono i capelli robusti.

Una terapia intensiva unitamente al massaggio può svegliare i bulbi dormienti rendendo la chioma più folta grazie ai nuovi capelli sani che cominciano a crescere.

Le caratteristiche della composizione

Pensando alle esigenze dei capelli fini, i produttori selezionano gli ingredienti per gli agenti che fanno parte di una cura intensiva, cioè i sieri e le maschere. Essi possono contenere sia i componenti moderni di tecnologia avvanzata che quelli naturali. Tutti e due i gruppi hanno i loro pro e contro.

I componenti naturali

Gli ingredienti naturali sono amici del corpo umano, portano benefici al cuoio capelluto, non provocano quasi mai una reazione allergica e possono essere usati a lungo. Tuttavia, le maschere completamente naturali non sono capaci di riparare velocemente una chioma molto danneggiata.

Coloro che decidono di effettuare una cura esclusivamente naturale devono avere pazienza. L’effetto positivo sicuramente si vedrà dopo 1-2 mesi e si preserverà per più tempo rispetto a quello ottenuto dai prodotti sintetici potenti. Però, bisogna svolgere tutto un corso di trattamento e non dimenticare di effettuare le procedure regolarmente.

Le maschere per i capelli fini spesso contengono i componenti naturali seguenti:

  • Gli oli naturali: di bardana, oliva, argan, cocco, vinaccioli, albicocca, pesca. Essi sono ottimi per ammorbidire i capelli ed il cuoio capelluto, nutrirli e curare le doppie punte. Tuttavia, le maschere con una percentuale alta di oli non sono adatte per i capelli grassi e misti, in quanto solamente peggioreranno il disturbo. Invece per una capigliatura secca e molto danneggiata è un vero elisir di lunga vita.
  • Le migliori maschere per capelli finiIl burro di karité che s’indurisce a temperatura ambiente. Applicato sulla chioma le regala un volume extra e una brillantezza bella e sana e, allo stesso tempo, la protegge dai raggi UV. Fortifica e nutre profondamente le radici, chiude le doppie punte, leviga le squame di cheratina.
  • Il pantenolo o la vitamina B5 che fa parte praticamente di tutti i prodotti di qualità per la cura dei capelli. Normalizza la secrezione del sebo, rafforza i follicoli, accelera la crescita dei capelli, frena la loro caduta, ammorbidisce e nutre il cuoio capelluto, calma l’infiammazione e il prurito.
  • Il collagene che ridona elasticità ai capelli secchi e fragili, liscia perfettamente la chioma. Avvolge ogni singolo capello idratandolo. Rappresenta una protezione termica efficace, aiuta a preservare lo styling più a lungo.
  • Gli oli essenziali che sono in grado di penetrare gli stratti profondi della pelle. Facendo così le loro molecole piccolissime favoriscono la riparazione dei capelli dall’interno. Gli oli che si usano più spesso sono: di rosmarino, Ylang Ylang, arancia, limone, chiodi di garofano, cannella, rosa. Essi migliorano la circolazione del sangue, stimolano la crescita dei capelli, li rendono lucidi e brillanti.
  • Gli estratti vegetali: di camomilla, calendula, iperico, castagno, ortica, etc. Queste piante sono una miniera di vitamine e microelementi. Aiutano a migliorare il benessere del cuoio capelluto e costituiscono nutrimento per i follicoli dei capelli. Inoltre, gli estratti stimolano la crescita veloce di nuovi capelli sani e forti.

Le maschere naturali possono avere un ottimo effetto curativo e riparativo se usati con regolarità. Si deve applicare il rimedio scelto per almeno un mese per iniziare ad avere un risultato persistente.

I componenti sintetici

La maggior parte degli ingredienti sintetici hanno un effetto immediato, per cui a molti piacciono le maschere professionali. Questo tipo di prodotti danno un ottimo risultato già dopo la prima applicazione. Però al solito non dura tanto.

Il volume si crea grazie ad una pellicola finissima che avvolge ogni singolo capello lisciandolo e ingrossandolo. Dopo che si lava via, la chioma ritorna al suo aspetto originale.

Le maschere casalinghe e professionali per i capelli fini spesso contengono:

  1. Il silicone che è un composto neutro di silicio, capace di fermarsi sulla superficie del capello, avvolgendolo con una pellicola ermetica. Le maschere col silicone rendono la capigliatura liscia, lucida ed elastica. Tuttavia, se sono applicate troppo spesso, ostruiscono i pori del cuoio capelluto, possono provocare la seborrea, impediscono la respirazione normale dei capelli.
  2. Scegli una maschera per capelli finiLa cheratina liquida ed i suoi composti. È molto efficace per riparare la chioma danneggiata dalle colorazioni frequenti o dalla permanente. Nei prodotti professionali la cheratina generalmente deve essere anche sigillata tramite il riscaldamento delle ciocche con una piastra. Essa è capace di incorporarsi nel vuoto e fortificare il fusto dei capelli, rendendoli di nuovo voluminosi e spessi. Tuttavia, gli agenti alla cheratina, appesantendo la capigliatura, sono sconsigliati per coloro che hanno le radici molto indebolite oppure i capelli naturalmente fini. Il carico extra sui follicoli potrebbe provocare la calvizie.
  3. Il dimeticone ed i suoi derivati – una sostanza neutra con forti proprietà avvolgenti. Regala la luminosità e brillantezza alle ciocche, rende i capelli fragili più elastici e facilita la pettinibilità.
  4. L’alcool cetilstearilico – è una sostanza prodotta dall’olio di cocco. È ottimo per lisciare e leggermente appesantire i capelli, rende la chioma più folta, chiude le doppie punte. Grazie alle sue proprietà i capelli fini non si gonfiano e sono facili a gestire e fare lo styling. Se non viene lavata via bene, la maschera lascia un velo sgradevole appiccicoso.
  5. I polimeri liquidi – sono le sostanze che avvolgono ogni singolo capello con una pellicola ermetica grazie alla quale la chioma sembra più spessa. Si trovano al solito negli shampoo economici e nelle maschere per i capelli fini. Non hanno nessuna proprietà benefica ed infatti, rimanendo sul cuoio capelluto, possono provocare l’irritazione, il prurito e la seborrea grassa.

Anche gli esperti non nascondono il fatto che le maschere sintetiche per i capelli fini non si devono applicare regolarmente!

Questi prodotti di solito non hanno nessun effetto medicinale o riparativo e risolvono il problema solo a prima vista. Nella maggior parte dei casi la loro applicazione provoca degli ulteriori danneggiamenti alla chioma e alla fine rischiate di essere costrette a fare l’acconciatura corta oppure cominciare a perdere i capelli.

Quindi gli specialisti consigliano di non usare troppo spesso le maschere professionali potenti, ma scegliere invece quelle miste arricchite dalle vitamine e dagli oli naturali.

Le maschere migliori

Acquistate una maschera professionale per i capelli fini solo dopo la visita da uno specialista e non pensando alle classifiche nelle riviste ne le opinioni delle amiche. Sarà lui che valuterà lo stato della vostra capigliatura, darà dei consigli sull’applicazione corretta dei rimedi scelti e sulla cura quotidiana dei capelli durante il corso del trattamento. Per esempio: per preservare il risultato dell’impatto delle maschere con la cheratina, si possono usare solo gli shampoo senza solfati. Sono tantissimi i dettagli importanti che voi dovrete sapere.

Se avete deciso di preparare una maschera per i capelli fini in casa, cercate di non caricarla con tanti ingredienti diversi. Sarà sufficicente sceglierne 2-3 di base, quelli indispensabili per risolvere il vostro problema con i capelli.

Esistono tanti rimedi popolari. Qui sotto vediamo alcune ricette delle maschere più semplici ed efficaci:

  • Al lievito. Il lievito di birra è una fonte ricca delle vitamine del gruppo B necessarie per accelerare la crescita dei capelli e fortificarli. Se avete i capelli grassi, scioglete il lievito col succo di limone diluito a metà con l’acqua fino ad ottenere una crema liquida. Se avete i capelli secchi, scioglete il lievito nello yogurt o kefir.
  • Ricette per maschere per capelli finiAl cognac. Una ricetta classica per una maschera ricostituente contro la perdita dei capelli. Prendete 50 g di cognac, un cucchiao di miele e un uovo. Montate un tuorlo col miele fino ad ottenere una schiuma ferma, aggiungeteci gradualmente il cognac e applicate il composto prima sulle radici e poi stendetelo tutto lungo i capelli.
  • L’impacco all’olio. Sarà molto salutare per la chioma secca e molto danneggiata. Una delle poche maschere che, volendo, si può lasciare in posa per tutta la notte. Riscaldate 100 ml di olio naturale (o misto di 2-3 oli) a bagnomaria, aggiungete 5-10 gocce di olio essenziale preferito e applicatela così tiepida com’è sui vostri capelli. È sconsigliabile applicare la maschera direttamente sulle radici.
  • Alle vitamine. È pensata piuttosto per rinforzare le radici, è ottima per reidratare i capelli, accelerare la loro crescita, renderli di nuovo lucidi ed elastici. In un cucchiaio di miele aggiungete un cucchiaino di estratto di aloe, un’ampolla di vitamina B12 e di acido nicotinico. Se avete una reazione allergica all’acido nicotinico, sostituitelo con la senape. Si deve tenere questa maschera sui capelli al massimo per 30 minuti!
  • Alla gelatina. Versate l’acqua pura a temperatura ambiente nella gelatina di qualità e riscaldate a bagnomaria fino a che si sciolga completamente. Quando si raffredda fino a 30-40оС, aggiungeteci un cucchiaino di glicerina e un paio di gocce di oli di rosmarino. Non applicate direttamente sulle radici, ma cominciate a spalmare a circa 2-3 cm di distanza. Per ottenere un effetto migliore potete riscaldare la maschera col phon per 5-10 minuti. Viene lavata via facilmente con l’acqua corrente senza lo shampoo.

Qualsiasi maschera fate, la dovete coprire con la pellicola o con la cuffietta di cellophane e poi avvolgerla con l’asciugamano di spugna. Il tempo di posa medio è un’ora. Lavatela via con l’acqua tiepida e con poco shampoo.

Bisogna ripetere la procedura 2 volte alla settimana per 1-2 mesi. Dopo di che fate una pausa.

Il benessere e la bellezza dei capelli non consiste solo nel trattamento intensivo ma anche in una cura delicata quotidiana. Nessuna maschera vi darà un risultato resistente se usate sempre le piastre e gli arricciacapelli o colorate i capelli con le tinte permanenti. Cercate di non esporre i vostri capelli fini agli agenti esterni aggressivi e già dopo qualche mese vedrete i miglioramenti notevoli.