Il lavaggio dei capelli con il sapone: le particolarità, i vantaggi, gli svantaggi

Avendo studiato bene la composizione degli shampoo che compriamo ai negozi, le donne preferiscono sempre più spesso i prodotti alternativi per lavarsi i capelli. Quello più diffuso è il sapone tradizionale che inizialmente era destinato alla cura della pelle. Le donne sostengono che le nostre nonne hanno sempre utilizzato il sapone ottenendo capelli perfetti.

Cerchiamo di capire se i capelli si possono lavare con il sapone, come lo si fa e che risultati si ottengono.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

I benefici

Il lavaggio dei capelli con il saponeL'argomento più importante per gli amanti delle cure alternative è la composizione naturale del sapone. Non contiene i solfati, i parabeni e altre sostanze che danneggiano i nostri capelli e penetrano attraverso il cuoio capelluto nel sangue e portano alle gravi malattie fino all'oncologia.

Si pensa che una saponetta tradizionale, il costo della quale è molto minore rispetto agli shampoo, abbia davvero delle proprietà magiche:

  • blocca la caduta dei capelli;
  • rimuove il grasso eccessivo dalle radici e dal cuoio capelluto;
  • favorisce la crescita;
  • elimina tutti i tipi di seborrea;
  • non crea lo strato che impedisca all’ossigenazione del capello;
  • fa guarire la psoriasi e altre malattie dermatologiche;
  • uccide i funghi, virus e batteri;
  • avvolge ogni capello con degli acidi grassi che proteggano dai fattori negativi dell'ambiente.

Cosa succede in realtà?

Nonostante le opinioni favorevoli è sconsigliato utilizzare il sapone quotidianamente. Potrebbe essere un sostituto quando non c'è un’alternativa.

Chi può lavarmi i capelli con il saponeLe opinioni dei tricologi e dei dermatologi sono le stesse: per l'uso quotidiano sono adatti solo i prodotti appositi e non si possono sostituire con degli analoghi a basso costo. Perché è cosi? La differenza sta nella composizione dei prodotti. Non sono tanto naturali come ci piacerebbe. Adesso i produttori usano gli agenti attivi superficiali che migliorano le proprietà detergenti dell'acqua, ma proprio questi vengono criticati dai media. Questi agenti aiutano a far produrre la schiuma che favorisce la rimozione delle sporcizie e del sebo. Anche il sapone per i bambini può contenerli, e non mancano nei dentifrici, nei detergenti per i piatti e nei detersivi.

Il sapone da bucato è il peggior nemico dei capelli e del cuoio capelluto. Contiene i componenti sbiancanti che fanno male. L'uso di questo tipo di sapone può provocare i risultati completamente contrari alle aspettative.

Su Internet ci sono le opinioni che i capelli abituati ai prodotti chimici si debbano abituare al nuovo trattamento e occorre del tempo. Ed è vero in quanto dopo qualche settimana potrete notare un leggero miglioramento, ma non è un effetto curativo ma piuttosto la reazione del nostro corpo che cerca di concentrare tutte le forze per proteggersi dall'ambiente sfavorevole. Dopo due tre settimane l'effetto positivo sarà esaurito, e a quel punto per far tornare i capelli sani e belli sarà necessario l'aiuto di un tricologo.

Quale sapone è meglio per il lavaggio dei capelli?

Perché hai bisogno di lavarti i capelli con il saponeSe avete deciso di usare comunque il sapone bisogna saperlo scegliere.

Dovete leggere attentamente la composizione, se c'è la presenza dei parabeni (conservanti) e solfati (che producono la schiuma) allora questo prodotto assomiglia tanto al vostro shampoo.

Un'altra cosa, i prodotti fatti con bioingredienti che usano l'antica tecnologia, li potrete trovare nelle farmacie e nei negozi bio.

Anche comprando nei negozi di fiducia fate attenzione alle materie prime che utilizza il produttore. Profumo, addensanti, coloranti e conservanti devono essere naturali e non sintetici.

Vediamo il modo alternativo e più famoso per lavare i capelli, i pro e i contro.

Sapone da bucato

Secondo le opinioni su internet questo modo ha più seguaci. Le ragazze sono sicure che usando questo prodotto come hanno fatto i nostri nonni, avranno i capelli belli e brillanti e tutti i problemi con i capelli finiranno.

Per capire da che cosa è nato questo mito vediamo le argomentazioni.

Effetto presunto:

  • ottimo effetto detergente;
  • Conseguenze del lavaggio della testa con saponeguarigione delle micro ferite;
  • cura della seborrea;
  • idratazione e nutrimento dei capelli con acidi grassi;
  • eliminazione del sebo;
  • acquisizione della lucentezza.

Ma è davvero tutto così come dicono? Uno dei componenti del sapone da bucato è l'alcali ed è proprio quello che deterge. Prima nella antichità usavano la cenere. L'alcali ha un effetto negativo sul PH. Infatti secca tanto la cute e i capelli. Si pensa che gli acidi grassi possano aiutare ma non è detto che quelli nutriscano e idratino. Queste sostanze hanno una funzione importante ed è quella di sciogliere il grasso togliendo lo strato protettivo provocando così la disidratazione dei capelli.

Avvertenze per lavarsi la testa con il saponeConsiderando tutto ciò si può fare una lista dei motivi per cui questo prodotto fa male:

  • viene tolto lo strato protettivo dei i capelli e di seguito essi diventano secchi e deboli;
  • dal cuoio capelluto vengono tolti tutti i microorganismi inclusi quelli che fanno bene;
  • viene compromesso il PH e di seguito si secca e si irrita la cute e si verifica il prurito;
  • si verifica l’effetto crespo;
  • si rovinano le punte.

La conclusione:

Il sapone da bucato non va bene per l'uso quotidiano. Se volete sperimentare scegliete piuttosto i prodotti con un percentuale minore (fino a 65%) dell’alcali. Sarebbe meglio preferire i prodotti naturali senza sostanze chimiche con dei componenti naturali come per esempio la cenere invece delle sostanze aggressive.

Il sapone di catrame

Il sapone fatto di catrame di betulla si considera quello con l'effetto meno dannoso sullo stato dei capelli. Ha proprietà migliori e contiene molte sostanze benefiche che permettono di curare dei disturbi di carattere dermatologico e cosmetico. E lo consigliano per la cura della pelle e dei capelli.

Utilizzando i modo corretto questo sapone si possono ottenere dei buoni risultati.

I suoi vantaggi sono:

  • non provoca l’allergia;
  • non crea un velo sui capelli che compromette l’ossigenazione;
  • rinforza i follicoli piliferi;
  • regola la funzione delle ghiandole sebacee;
  • combatte contro le infezioni batteriche;
  • Perché ci laviamo la testa con il saponerallenta la caduta dei capelli.

Nonostante i benefici il sapone può essere inutile e anchè dannoso per i vostri capelli. Ha un effetto seccante e per questo è proibito per la cura della dermatite seborroica secca e per la rigenerazione dei capelli molto secchi e disidratati. In questo caso sarebbe meglio utilizzare l'olio di catrame che va mischiato con degli altri oli.

Un altro svantaggio di questo sapone è il suo odore sgradevole, difficile da togliere. Non è adatto per l'uso quotidiano perciò si consiglia alternarlo con lo shampoo.

Il sapone per i bambini

Il lavaggio dei capelli con il sapone per i bambini è considerato il modo più sicuro in quanto esso non contiene le sostanze chimiche aggressive. Però sono soltanto gli slogan pubblicitari. In realtà la maggior parte dei saponi per i bambini contengono gli stessi coloranti, profumazioni e conservanti dei saponi per gli adulti. L’unico vantaggio è che la loro quantità è minore e viene controllato dagli enti specializzati.

  • I lavaggi del sapone per i bambini sono;
  • Con che tipo di sapone posso lavare i capellila composizione relativamente meno dannosa;
  • l'odore gradevole;
  • la formazione sufficiente della schiuma;
  • l’assenza dell’effetto pesante sui capelli;
  • il prezzo ragionevole.

Però anche i prodotti per i bambini possono essere pericolosi ovvero possono provocare allergie in chi ne è soggetto.

Per non aggravare i disturbi studiate bene la composizione del prodotto, le sostanze dannose dovrebbero essere indicate alla fine indicando così sulla concentrazione minore di esse. Sarebbe meglio comprare i prodotti fatti a mano che non contengono le sostanze pericolose ma probabilmente essi non faranno abbastanza schiuma e non toglieranno tutta la sporcizia.

La conclusione: usare il sapone per i bambini al posto dello shampoo si può, ma non sempre è la soluzione sicura come può sembrare.

Il lavaggio

Per evitare i danni seri ai capelli bisogna saper usare il sapone in modo giusto. È diverso dallo shampoo, si leva con più difficoltà dai capelli perciò ci vorrà più tempo per sciacquarlo.

Seguite questi suggerimenti per avere i capelli sempre più belli e più sani:

  1. Non strofinate i capelli con la saponetta, fate prima la schiuma con le mani o con l'aiuto di una spugna e poi trasferite la schiuma sui capelli.
  2. Non tenete il sapone tanto sui capelli, massaggiate la testa per un po’ e poi sciacquate.
  3. Scegli un sapone per lavarti la testaRipetete il lavaggio 2 volte per detergere bene i capelli.
  4. Per la sciacquatura aggiungete all’acqua un po’ di aceto o di succo del limone in modo tale da neutralizzare i residui dell’alcali.
  5. Usate il sapone non più di una volta alla settimana.

Le conclusioni

Ultimamente il sapone viene utilizzato sempre più spesso per sostituire lo shampoo. Però i tricologi sostengono che i benefici siano minori rispetto ai danni. Nonostante i miti gli alcali non contribuiscono alla salute dei capelli ma all'incontrario li rendono più secchi e più deboli. Potreste utilizzare i saponi di catrame o i saponi per i bambini seguendo però tutti i suggerimenti all’uso.

Inoltre scegliete piuttosto i prodotti curativi di qualità che vi permetteranno di avere i capelli belli e sani.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.