Bigodini per la piega permanente

Fino a venti anni fa, per le donne con capelli più ostinati la piega permanente era l’unico modo per costringere i capelli ricci a mantenere la forma. Tuttavia, sostanze chimiche imperfette bruciavano le ciocche senza pietà e le piccole ciocche venivano arrotolate attorno a fuselli di legno con un diametro di 5 millimetri. La procedura veniva realizzata esclusivamente nei saloni dei parrucchieri e durava almeno 2 ore.

Per fortuna tutto ciò appartiene al passato. Peraltro, nonostante la piega permanente non sia più così in voga com’era prima, sul mercato si trovano oggi prodotti nuovi non invasivi che permettono di ottenere ottimi risultati anche a casa. Certamente, è sempre più sicuro affidarsi ad un professionista. Tuttavia, se avete deciso di creare i riccioli permanenti da sole, tenete presente che il risultato dipende dai bigodini e dalla tecnica che utilizzate per arricciare i capelli.

Consigli per la scelta

In precedenza il problema della scelta dei bigodini per la piega permanente non esisteva proprioIn precedenza il problema della scelta dei bigodini per la piega permanente non esisteva proprio. I professionisti avevano a disposizione solo i semplici fuselli di legno: piccoli per i capelli corti e sottili e un po’ più grandi per i capelli lunghi o la permanente leggera. Tuttavia, anche allora si riuscivano ad ottenere risultati interessanti semplicemente utilizzando tecniche diverse di arrotolamento.

Oggigiorno abbiamo a disposizione tanti tipi di bigodini per la permanente, che possiamo dividere in gruppi secondo:

  • il materiale di cui sono fatti;
  • la taglia e la forma;
  • il modo di fissare i capelli.

Inoltre, ciascuno di questi tipi ha i suoi pregi e difetti, ed anche particolarità dell’uso. Vediamoli insieme.

Materiale

I bigodini per la permanente non devono avere elementi in metallo. A contatto con il metallo la composizione cambia le sue proprietà e la piega permanente semplicemente non riuscirà. In più, la reazione di ossidazione è in grado di danneggiare gravemente i capelli. Ogni altro tipo di materiale è ammesso. Quindi, se a casa avete bigodini di plastica o di gomma del diametro adatto potete usarli tranquillamente.

Tuttavia i professionisti ancora adesso preferiscono proprio fuselli in legnoTuttavia i professionisti ancora adesso preferiscono proprio fuselli in legno, che hanno i seguenti vantaggi rispetto ai bigodini in plastica o in gomma:

  • sono piacevoli al tatto e non scivolano dalle mani durante il lavoro;
  • in certa misura riducono l’aggressività della composizione chimica;
  • assorbono bene l’umidità, quindi le ciocche si asciugano prima.

Importante! I fuselli in legno hanno bisogno di una corretta manutenzione, altrimenti si rovinano velocemente. Dopo la permanente vengono sciacquati bene con l’acqua e asciugati completamente con il phon.

Al secondo posto troviamo la plastica, con fuselli di diversa forma e diametro: sono resistenti e non richiedono particolare manutenzione.

Se usate i bigodini morbidi in gomma per arricciare i capelli fate attenzione che non si difformino, altrimenti il ricciolo non sarà forte. Quelli in gommapiuma assorbono velocemente la composizione, le ciocche si asciugano lentamente e non renderanno i vostri riccioli regolari: è una variante buona per un’ondulazione leggera e creativa.

Forma

La questione del diametro dei bigodini è più o meno chiaraLa questione del diametro dei bigodini è più o meno chiara: minore il diametro, più forte è il ricciolo. Stesso vale anche per la lunghezza del fusello: per capelli lunghi si usano i fuselli lunghi. Anche se questo non è del tutto corretto: dipende dal modo in cui si arrotola la ciocca e dalla foltezza della capigliatura. Ed invece le forme diverse dei bigodini e dei fuselli possono mettere in imbarazzo una persona non esperta:

Papillote

Questo tipo ha tanti nomi: roller, shaper, etc. Si tratta di un bastoncino flessibile in gomma morbida, poliuretano o gommapiuma con un perno sottile interno in un metallo molto flessibile. Questo perno permette di conferire al bigodino qualsiasi forma, per creare boccoli naturali o un volume aggiunto sui capelli corti.

Pregi: è molto facile avvolgerci sopra capelli di qualsiasi lunghezza e fissarli solidamente con lo stesso papillote.

Difetti: non è possibile creare un ricciolo dritto e forte.

Fuselli americani

Sono bastoncini o cilindri in plastica con una forma particolare che permettono di fissare i capelli tramite l’innesto rigido tra i fuselli adiacenti. Quindi, non è necessario l’utilizzo degli elastici, perché al loro posto spesso rimane una piega. Bisogna prenderci la mano, non tutti riescono dalla prima volta. Tuttavia, con una certa abilità la procedura si svolge velocemente e porta ad ottimi risultati, cioè riccioli belli e forti.

Possono essere in legno o in plasticaPregi: non servono altri elementi per fissare i capelli.

Difetti: non sono adatti ai capelli troppo lunghi o folti.

A spirale

Possono essere in legno o in plastica, sono abbastanza duri ed esistono con diametro e lunghezza diversi. Sono destinati esclusivamente alla permanente a spirale dei capelli medi o lunghi. Per questi ultimi, è importante scegliere dei fuselli molto lunghi per far sì che le ciocche siano distribuite in modo univoco. I capelli vengono fissati con degli elastici staccabili che però non lasciano alcuna piega, in quanto le ciocche sono nascoste nella spirale.

Pregi: creano ciocche a spirale con una forma praticamente perfetta.

Difetti: non possono essere usati per altri scopi.

Vagher

Per la loro forma assomigliano ai famosi bigodini cilindrici a strappo, però realizzati in plastica dura. Hanno un diametro di 3 o più centimetri e sono destinati a creare boccoli grandi sui capelli medi o ad arricciare le punte dei capelli lunghi.

I capelli si fissano molto bene fra le spine dei vagher, che permettono di arrotolare strettamente e uniformemente ogni ciocca.

Pregi: creano delle belle onde naturali voluminose.

Difetti: i capelli vengono fissati con degli elastici, quindi sono possibili le pieghe.

Fantasiosi

Possono essere bigodini di qualsiasi formaPossono essere bigodini di qualsiasi forma, dall’ovale alle strutture geometriche complicate. Non si trovano facilmente nella grande distribuzione, tuttavia si possono acquistare su Internet o nei negozi specializzati per parrucchieri.

Pregi: si possono creare riccioli con forme insolite (ovale, angolare, etc.).

Difetti: costo elevato, richiedono particolare abilità.

Se non avete mai fatto prima la piega permanente da soli, è meglio iniziare con bigodini di forma semplice e non lanciarsi in sperimentazioni con i riccioli complicati. Il risultato potrebbe deludervi ed un semplice lavaggio di testa non sarà sufficiente, come nel caso di una semplice messa in piega riuscita male.

Modi di fissazione

Solidità e flessibilità del ricciolo dipendono da quanto stretto è arrotolata la ciocca attorno al fusello e quanto solidamente ci è fissata. Perché se la tensione dei capelli si rallenta, il ricciolo non verrà ben definito.

Ci sono addirittura 4 modi di fissazione: elastico, fermaglio, griffa e la struttura del bigodino:

  • Elastico. È il modo tradizionale, più sicuro e più diffuso. L’unico difetto è una possibile piega nel punto dove la ciocca è stretta dall’elastico.
  • Fermaglio. È il modo più sicuro per fissare i capelli sui bigodini: si mette sopra il cilindro di plastica e stringe bene la ciocca. Si usa spesso sui bigodini termici o su alcuni tipi di vagher.
  • Griffa. Viene spesso utilizzato dai parrucchieri professionisti per “incastrare” i capelli sui bigodini nei punti più in vista (sulla frangia o attorno il viso), dove le pieghe dell’elastico si notano di più.
  • Strutturali. È il caso del papillote e dei bigodini americani, in cui la struttura stessa permette di fissare la ciocca senza ricorrere a mezzi aggiuntivi.

Ora, conoscendo i tipi di bigodini moderni per la piega permanente potete scegliere quelli che fanno al caso vostro, semplificando la messa in piega e creando boccoli dalla forma perfetta.

Mantenere il boccolo

Le regole della realizzazione dei diversi tipi di permanente e persino le modalità per arrotolare la ciocca si possono trovare su Internet o nelle riviste sull’arte dei parrucchieri. È importante ricordare però che il tempo di posa del prodotto deve rigorosamente coincidere con quello riportato nelle istruzioni, altrimenti rischiate di rimanere senza capelli.

Una volta arricciati bene i capelli e realizzata una piega di buona qualità siamo solo a metà dell’operaSe volete ottenere un boccolo leggero naturale, usate i bigodini grandi. Tuttavia, più sono forti e lunghi i capelli, minore deve essere il diametro dei bigodini, altrimenti si arricceranno solo le punte. Per creare ciocche ondulate scegliete i fuselli a spirale.

Una volta arricciati bene i capelli e realizzata una piega di buona qualità siamo solo a metà dell’opera. Senza cure adeguate i riccioli si sciolgono molto presto e nel miglior caso avrete solo onde leggere.

È quindi molto importante prendersi cura in maniera corretta dei capelli arricciati. Vi presentiamo solo alcune delle sue regole:

  • acquistate shampoo e balsamo per i capelli con la permanente (vanno bene anche prodotti per i capelli tinti);
  • non lavate la testa più del necessario, anche perché dopo la permanente i capelli si sporcano di meno;
  • dopo il lavaggio non torcete e non strizzate la capigliatura, ma invece asciugatela delicatamente con un asciugamano, tenendo i boccoli nelle mani;
  • dividete le ciocche delicatamente con le mani, non pettinatele finché non si sono asciugate completamente;
  • Gli oli naturali (d’oliva, di pesca, di ricino) vi aiuteranno a proteggere i riccioli dallo scioglimento precocedimenticate che il vostro phon ha un regime con l’aria calda e che possedete anche la piastra per la messa in piega;
  • potete tingere o addirittura applicare shampoo riflessanti dopo almeno 4 settimane dalla piega permanente (minimo 3!);
  • le ciocche arricciate sono molto sensibili ai raggi ultravioletti, perché la loro protezione naturale viene distrutta. Quindi, utilizzate maschere ed oli speciali;
  • l’acqua salata o dura sono i nemici principali dei riccioli, quindi bisogna risciacquarli sempre con acqua pulita ammorbidita;
  • almeno una volta a settimana viziate i vostri capelli con maschere professionali di buona qualità o con maschere nutrienti fatte in casa.

Importante! Gli oli naturali (d’oliva, di pesca, di ricino) vi aiuteranno a proteggere i riccioli dallo scioglimento precoce, se applicati sui capelli 20-30 minuti prima del lavaggio.

Come cura supplementare è molto utile il massaggio della testa, che si fa prima di coricarsi con movimenti leggeri circolari dei polpastrelli. Il massaggio aiuterà a stimolare l’attività delle ghiandole sebacee e salverà i boccoli dalla sovraessiccazione. Queste cure permetteranno ai vostri boccoli di mantenere la loro forma per diversi mesi ed ai vostri capelli di riprendersi in fretta dopo un trattamento aggressivo, diventando più belli, luminosi e pieni di vita.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.