Ultime tendenze nella colorazione dei capelli: tecniche e trucchi

Qual è il metodo più facile di cambiare il proprio look ed attirare l’attenzione? Certamente, potete fare una nuova acconciatura oppure tingere i capelli. Oppure fare tutte e due le cose insieme e potere cominciare a raccogliere i complimenti. Però questo sarà possibile solamente nel caso la colorazione sia stata realizzata nel modo corretto. Il nuovo tono vi deve stare bene. E sarebbe ancora meglio se esso facesse parte delle ultime tendenze della moda.

ABC della moda

Se volete fare una colorazione davvero all’ultima moda, innanzitutto dovete sapere quali sono le ultime tendenze nell’arte parrucchiera. Esse cambiano due o perfino tre volte all’anno, per questo non possono determinare lo stile della vostra futura colorazione, però comunque si devono prendere in considerazione. Eppoi di solito questi cambiamenti riguardano piuttosto la gamma dei colori, quindi sarà possibile eventualmente correggerli con un semplice balsamo tonalizzante.

Il trend è una tendenza breve della moda. L’espressione “essere trendy” significa seguirlo per creare il proprio look personalizzato.

La moda, invece, è un concetto di lunga durata. Ad esempio la colorazione ombré sta sul picco di popolarità già dall’inizio del secolo, quindi può essere considerata una tecnica di moda. Invece, le sue varietà (ombré viola, oro rosa, etc.) rappresentano i trend moderni. Il sapere questi dettagli aiuterà a scegliere correttamente il proprio stile e correggerlo a seguito dei cambiamenti delle ultime tendenze. Di solito gli stilisti le trovano e popolarizzano dopo le sfilate di moda. Tuttavia, non si deve nemmeno esagerare nel volere seguire le star e le fotomodelle.

Se capite che lo stile ed i colori che hanno messo in priorità gli stilisti rinomati di oggi non sono sicuramente adatti per voi, aspettate un pò e non cercate di cambiare il vostro look più naturale e tradizionale. Vedrete che probabilmente il trend successivo sarà creato proprio per voi.

Tecniche moderne

Per una persona non esperta non è facile scegliere la tecnica più adatta tra le varietà che esistono oggi. Quindi se volete ottenere il miglior risultato, rivolgetevi ad un parrucchiere professionista.

Per facilitare il compito, prima studiate quali sono i metodi e le tecniche moderne della colorazione. Potete anche fargli vedere una foto con l’esempio che vi è piaciuto.

Non è detto che lo stilista vi tingerà i capelli nello stesso identico modo come nell’immagine. Tutto dipende dalla lunghezza, tipo, stato e colore originale dei capelli. Però un vero specialista troverà la variante più simile a quella desiderata che inoltre starà bene sulla vostra chioma.

Chiedete al vostro parrucchiere di spiegarvi le ultime tendenze di moda e per quanto possibile considerarle durante la colorazione.

Balayage

Questa tecnica moderna è apparsa all’inizio degli anni 2000 e fino ad oggi è estremamente popolare. Questo fenomeno si spiega facilmente: il balayage permette di lavorare sui capelli di praticamente qualsiasi lunghezza e foltezza. Esso è in grado di dare visivamente corpo e volume all’acconciatura, creare delle bellissime transizioni di colori e di camuffare molto difetti dei capelli stessi e perfino della pelle. Il fattore più importante è scegliere correttamente le tonalità.

La colorazione viene eseguita con i movimenti verticali del pennello che permettono di spargere il tono nuovo lungo le ciocche. Quest’ultimo deve essere più scuro oppure più chiaro di quello originale.

Il principio dell’applicazione della tintura è che non si deve vedere un confine dei colori netto né verticale né orizzontale. Un tono si trasforma gradualmente in un altro ed essi si possono variare da 2 fino a 8 tonalità.

Shatush

Quando questa tecnica è realizzata correttamente è impossibile indovinare come sono i capelli: biondi o castani. Le sfumature scure e chiare si mischiano e si trasformano una nell’altra su tutta la superficie della chioma oppure soltanto nelle alcune zone. Tale metodo sarà ottimo per coloro che vogliono cambiare radicalmente il proprio look però non si possono decidere di farlo immediatamente.

Un vantaggio importante dello shatush è il suo aspetto naturale. Qui non si usano i colori neon o di fantasia. Tutte le tonalità differiscono al massimo di 3-4 livelli. Questa tecnica crea visivamente l’effetto dei colpi di sole nella chioma.

Inoltre, la colorazione non richiede un ritocco frequente. Essa permette di preservare al più possibile il colore naturale dei capelli.

Ombré

È una colorazione in due tonalità che sui capelli lunghi sembrano tre. Divide in maniera orizzontale la lunghezza in zona più scura e quella più chiara, però senza una transizione ben definita.

Le tonalità che si usano possono essere vicine nella palette. In tal caso le punte sembrano “baciate” dal sole. Invece, più spesso viene creato un effetto contrastante che rende il look più appariscente. Per una transizione graduale ci vuole una lunghezza, perciò l’ombré non è adatto per i tagli corti.

Un gran vantaggio dell’ombré è la possibilità di giocare con i colori e spostare il confine della transizione come volete. Se cercate di ottenere un aspetto più chiaro, potete prolungare la parte scura della chioma solamente fino all’altezza delle tempie o degli zigomi. Invece, se schiarite solamente la terza parte inferiore della lunghezza, i capelli rimarranno praticamente di color castano.

Spesso l’ombré viene colorato con un agente tonalizzante su tutta la lunghezza oppure soltanto sulla zona schiarita. Questo permette di seguire gli ultimi trend del mondo parrucchiere senza modificare il proprio stile.

Tale tecnica non è difficile da realizzare, quindi la potete effettuare pure da sole in modo casalingo.

Bronde

Il tono scuro nella zona delle radici si trasforma gradualmente nel biondo. È un’ottima soluzione per le donne con i capelli naturali castani che erano bionde ed adesso vogliono ripristinare il loro colore originale. Questa tecnica è sconsigliata alle donne con la chioma naturalmente chiara, in quanto la ricrescita sarà evidente sulla base scura già 2-3 settimane dopo la colorazione. La tecnica è perfetta per le donne brune solo nel caso in cui la zona delle radici sia schiarita fino alla tonalità di cioccolato fondente, altrimenti la differenza sarà troppo contrastante.

Il bronde utilizza pure i colori naturali. La parte superiore della lunghezza viene tinta in una gamma castana, cioccolato o caffè, invece, le punte – nelle tonalità fredde o calde del biondo.

Il difetto della tecnica è il danno che subiscono le punte. Esse avranno bisogno di una cura particolare. Però il bronde è sempre di moda, in quanto è già diventato un classico moderno.

Mèches

Non si deve dimenticare di questa tecnica, anche se sono passati tanti anni da quando è diventata popolare. Nel frattempo sono apparse le sue varianti molto interessanti:

  • Californiane — la decolorazione delicata delle ciocche piccole effettuata con il metodo aperto. Si crea un effetto della chioma leggermente schiarita al sole.
  • Veneziane — adatte per i capelli castani e bruni. Le ciocche sottili decolorate sulla base scura sembrano formare un ornamento dorato.
  • Americane — permettono di ottenere un effetto bellissimo visto che le ciocche schiarite vengono tinte delle tonalità rosse o rossicce.
  • Zebrate — una colorazione originale che si abbina ottimamente sulla chioma liscia con un taglio regolare come caschetto ad esempio.
  • Bianco nero — una ragazza bruna acquisterà un look molto stravagante ed appariscente con questa tecnica che prevede l’alternanza delle ciocche nere con quelle bianche. Invece, alle donne più grandi tale colorazione solamente aggiunge l’età.

Il fattore più importante nell’effettuare le mèches è schiarire le ciocche più sottili possibili. Proprio la loro larghezza è in grado di rendere la colorazione delicata ed elegante oppure grezza e trascurata.

Ultime tendenze nella colorazione dei capelli

Splashlight

Una delle ultime tendenze. È adatta per la chioma di qualsiasi colore e struttura.

Prevede la decolorazione solamente della zona centrale della lunghezza oppure i capelli intorno al volto. Si crea un effetto dell’acconciatura illuminata dal flash della macchina fotografica.

È fondamentale non esagerare con la schiaritura, altrimenti il contrasto sarà troppo forte creando sulla chioma una semplice macchia bianca. È sconsigliato cercare di realizzare questa tecnica a casa. 

Lo splashlight illumina il look, lo rende leggero e positivo. Ed allo stesso tempo è in grado di mettere in evidenza tutti i difetti della pelle ed anche il trucco fatto male. 

La tecnica non è adatta per i capelli mori, in quanto sui capelli neri è impossibile ottenere una transizione sfumata dei colori. Invece nelle donne con la chioma castana, castano chiaro e biondo scura questa sarebbe una soluzione super trendy.

Contouring

L’obiettivo di questa tecnica è accentuare i rilievi del taglio o i lineamenti del viso. La colorazione è estremamente difficile, da realizzare solamente da uno stilista con un ottimo senso di colore e forma.

Grazie al gioco di colori, scuri e chiari vengono rilevati delle determinate ciocche in varie zone. Esse vengono scelte personalmente per ogni cliente. La colorazione in questa tecnica vi permetterà di ottenere un look davvero irripetibile e unico.

Una base perfetta per effettuare il contouring sui capelli è il taglio grafico o a cascata. Sta pure bene sulle acconciature ondulate lunghe e medie. Sui capelli lisci questo metodo non è in grado di rilevare tutte le sue potenzialità e dare quel corpo e volume ai capelli che sarà possibile ottenere su una chioma di un’altra struttura.

Graffiti hair

Una tecnica ultra moderna per le ragazze più audaci. Sui capelli perfettamente lisci usando uno stencil speciale viene dipinto un disegno complicato multicolore. È un metodo bellissimo e molto costoso, in quanto il lavoro dello stilista deve essere molto preciso e può essere effettuato solamente con i materiali professionali moderni. Ma il risultato è spettacolare: la chioma diventa un vero telo artistico.

Il pixel hair è una varietà più semplice di questa tecnica. Viene realizzata su una determinata zona dell’acconciatura. La tinta viene applicata a forma di piccoli rettangoli e triangoli che assomigliano ai pixel sullo schermo.

Questi metodi prevedono la decolorazione di una piccola parte della chioma sulla quale poi vengono applicati i colori vivaci, quali il rosso, blu, viola, verde ed altri. È una colorazione da giovani che richiede anche un appropriato stile di vestirsi e perfino di comportarsi.

Dip Dye

È un metodo molto stravagante e trendy che prevede la colorazione delle punte oppure di alcune ciocche in tonalità neon. Sta bene sulle acconciature a cascata, pixie e sui tagli asimmetrici.

Potete anche provare se vi piacciono questi colori usando i gessetti per una colorazione temporanea. Tuttavia, se siete soddisfatte del risultato, è consigliabile utilizzare le tinte permanenti professionali altrimenti sarete costrette a tingervi troppo frequentemente.

Ultime tendenze nella colorazione dei capelli

Consigli importanti

Ultimamente sono apparse varie nuove tecniche artistiche che usano i colori vivaci e di fantasia ed i metodi inusuali di colorazione, ad esempio: Sunset e Space Hair, oro rosa, ombré colorato ed altri. Va sempre di moda la multi colorazione che unisce fino a 20 sfumature diverse su una acconciatura che si alternano e si mischiano uno con l’altro.

Quindi avete una scelta enorme delle varianti diverse per la colorazione moderna super trendy. Per evitare dei brutti errori, seguite questi consigli importanti dei parrucchieri professionisti:

  • Se avete intenzione di far crescere i capelli, optate per le tecniche che li danneggiano il meno possibile e non richiedono un ritocco frequente.
  • Sappiate che tutti i colori vivaci sbiadiscono molto rapidamente. Acquistate subito un agente tonalizzante del colore adatto per ravvivare la colorazione una volta in 2-3 settimane.
  • La struttura della chioma decolorata diventa porosa. Quindi qualsiasi tinta si laverà prima, e dovrete fare il ritocco più spesso.
  • Il colorante fa più fatica per lavarsi via dalla chioma chiara rispetto a quella castana o scura. Volendo non riuscirete a sbarazzarvi rapidamente dei colori neon.
  • Le tonalità cenere e grafite si trovano periodicamente al picco di popolarità. Sono bellissime e molto interessanti, però bisogna prendere in considerazione il fatto che nelle donne grandi esse sembrano semplicemente grigie.
  • Anche il viola è capriccioso. Un tono scelto erroneamente mette in evidenza le occhiaie, rende la pelle verde pallida e aggiunge età.
  • I colori ciliegia, rame e rosso rileva i difetti della pelle ed i capillari rossi.
  • Il pigmento nero non si lava via completamente quasi mai. Esso lascia sempre una brutta sfumatura gialla o rossiccia di ruggine.
  • I gessetti coloranti possono sembrare innocui, però usati troppo spesso seccano molto i capelli.

Tutto quello che sembra inusuale attira attenzione. Anche quando non ve lo aspettate. Dovete prendere in considerazione anche questo fattore se vi decidete di fare una colorazione super trendy.

Ricordatevi che qualsiasi colorazione effettuata con le tinte chimiche è dannosa per la chioma. Quindi essa avrà bisogno di più nutrimento, idratazione e ricostruzione. Per evitare di tingervi troppo spesso, comprate i prodotti cosmetici per la cura dei capelli segnalata “protezione colore”. Riducete al minimo lo styling a caldo ed utilizzate il phon impostato a temperatura bassa e tenetelo alla distanza di almeno 15 cm dai capelli.