Come schiarire senza pericoli i capelli neri?

Tutte le donne hanno pensato almeno una volta di cambiare qualcosa nel proprio look. A volte in maniera drastica. Per esempio da un colore di capelli scuri ad un colore biondo dolce. O viceversa. Ogni tanto si è fortunati. Ma l'esperienza dimostra che prima o poi la donna tornerà al look abituale. Solo che far tornare chiari i capelli neri è molto difficile.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

Le particolarità dei capelli scuri

Colore dei capelli neriI capelli naturali scuri sono, nella loro struttura, molto diversi dai capelli chiari. Dopo numerosi studi, gli scienziati hanno scoperto che la quantità dei capelli dipende dalla loro colorazione. I capelli scuri sono di meno però sono più spessi e più duri.

Tra i due tipi di melanina (il pigmento colorante che si produce nel cuoio capelluto con l’aiuto dei melanociti) quella presente nelle donne con i capelli scuri hanno una quantità di eumelanina che attribuisce una colorazione marrone scuro. Se la quantità del pigmento giallo-rosso (feomelanina) è poca i capelli risulteranno neri. Pertanto, maggiore sarà la quantità di pigmento più chiaro risulterà il marrone. Solo grazie alle diverse quantità di questo pigmento che i colori scuri avranno una varietà di tonalità.

Quando la eumelanina si rovina, a causa delle reazioni chimiche (esempio una tinta a base di ammoniaca) o a causa dei raggi UV (se esposti per tanto tempo al sole), diventa giallo-rosso, e quindi quasi impossibile da togliere. Ecco perché sarebbe opportuno che le donne con i capelli scuri abbandonino l'idea di diventare bionde.

I capelli scuri sono più duri di quelli biondi a causa della maggiore densità delle squame di cheratina che formano lo strato protettivo del capello. Sono di più e sono più vicine l’una con l'altra. E per schiarire i capelli bisogna prima trattare lo strato di cheratina, perché proprio sotto questo si trovano i pigmenti coloranti. Per questo le donne con i capelli scuri dovrebbero utilizzare i coloranti più aggressivi rispetto a quelli che utilizzano le donne con i capelli chiari.

La tinta nera

Sembrerebbe che se i capelli sono stati tinti di nero non dovrebbe essere un problema schiarirli. Infatti lo strato di cheratina è stato già trattato e dovrebbe essere pronto a ricevere il nuovo pigmento.

Rimane solo trattare i capelli con un composto che tolga il pigmento precedente. Ma tutto dipende dalla qualità della tinta e dallo stato dei capelli.

Le tinte naturali si tolgono più facilmente perché i pigmenti naturali sono meno resistenti. Essi non possono penetrare in profondità nella struttura del capello e funzionano come un balsamo, rimanendo in superficie. Dopo un pò di tempo si rimuovono facilmente lavando i capelli senza usare prodotti schiarenti.

Le tinte professionali moderni contengono i micropigmenti e le formulazioni che aiutano a entrare proprio nella profondità del capello e fissarsi.

Le tinte più economiche non lo possono garantire. Inoltre esse daneggiano di più lo strato di cheratina. I capelli dopo le tinture del genere diventano più fragili, si spezzano, si prestano per una piega con più difficoltà e dopo l'utilizzo di uno schiarente si possono rovinare definitivamente.

Le tecniche della schiaritura

Alleggerimento dei capelli scuri nel saloneCome potete vedere togliere il colore nero dai capelli può essere problematico. Perciò le bionde con i loro capelli fini dovrebbero pensarci bene prima di cambiare il colore in modo drastico. Le donne con i capelli scuri dovrebbero invece sapere che dopo la schiaritura i capelli diventeranno più deboli e meno lucidi. Servirà fare una cura speciale e probabilmente che dovranno correggere la loro tonalità spesso per togliere il colore giallo.

Le tecniche professionali

Tutti i cambiamenti radicali bisognerebbe farli dai parrucchieri. I professionisti hanno dei clienti che vogliono cambiare i colori radicalmente e spesso, perciò l'esperienza non gli manca.

Nelle mani dei professionista almeno vi siete assicurati che con i vostri capelli non succederà niente di indesiderabile come può accadere facendo dei esperimenti a casa. Per schiarire i capelli neri i parrucchieri di solito utilizzano: un decolorante, una polvere o una pomata.

Il decolorante

Questo prodotto è sconsigliato alle donne con i capelli neri in quanto è quello meno forte tra tutti i prodotti coloranti. Quello che può fare è trattare lo strato di cheratina dei capelli preparandoli così per una colorazione di rosso, marrone o blu con l’utilizzo successivo del tonalizzante. Però questo è anche il pregio del prodotto perché in questo modo i capelli si danneggiano di meno.

L’utilizzo del decolorante è consigliato quando il colore della tinta è risultato troppo scuro. Permette anche di togliere i residui di una tinta molto scura dai capelli chiari.

Già dopo un paio di utilizzi si possono schiarire i capelli di 2-3 toni.

La polvere

Nella maggior parte dei casi i parrucchieri utilizzano la polvere sia sui capelli naturali che quelli colorati. Ultimamente la acquistano sempre più spesso anche per uso domestico.

Rispetto alle tinture tradizionali questa tecnica ha dei vantaggi:

  • Capelli schiarenti con una polverenon contiene l'ammoniaca e non ha l'odore sgradevole;
  • si distribuisce bene sui capelli;
  • ne basta poca;
  • è ideale per schiarire le punte dei capelli;
  • non è troppo liquida e permette di schiarire solo alcune zone dei capelli quando serve;
  • irrita di meno il cuoio capelluto;
  • permette di schiarire i capelli in una seduta dai 2-3 ai 7-8 tonalità;
  • i capelli non vengono coperti con la carta stagnola — così si può controllare sempre il processo.

Inoltre le polveri dei produttori conosciuti contengono sempre i pigmenti di viola o blu che aiutano a neutralizzare il colore giallastro nelle tinture.

La maggior parte delle polveri permettono di variare la percentuale dell’ossidante permettendo così di tingere i capelli danneggiati e molto secchi.

La pomata

Di solito si utilizza per schiarire i capelli chiari che sono stati tinti di nero. Oltre ai componenti schiarenti la pomata può contenere anche le vitamine e gli oli naturali per ammorbidire l'effetto negativo della tinta. Però questi componenti diminuiscono l’effetto della pomata e il massimo che si può ottenere è una schiaritura di 6 tonalità.

Il costo è maggiore rispetto a quello della polvere e ne si usa una quantità maggiore, perciò per una colorazione così effettuata nei negozi andrete a spendere di più. La cosa positiva è che usando le giuste quantità non si va a danneggiare di molto i capelli lasciandoli morbidi e piacevoli al tatto. Si può anche rigenerarli rapidamente facendo l'uso dei balsami e delle maschere.

I rimedi popolari

A casa si può provare a schiarire i capelli neri con dei rimedi popolari. È consigliato cominciare tali trattamenti almeno due settimane dopo la colorazione. E non aspettate un effetto immediato. La pazienza e la continuità sono le condizioni principali per le tinture fai da te.

Ecco cosa usavano i nostri nonni:

  1. Mezzi popolari di capelli schiarentiAcqua ossigenata. Prima i capelli di un colore ottenuto mediante l’acqua ossigenata erano presi in giro giallo canarino, che si poteva riconoscere sempre e non si poteva correggere con dei balsami. Anche se ogni tanto con l’aiuto di una tinta viola si poteva trasformarlo in grigio, la maggior parte delle bionde preferivano rimanere con il giallo. Adesso l'acqua ossigenata non si utilizza più.
  2. La maschera di kefir. È abbastanza funzionante e rovina i capelli molto meno rispetto ad acqua ossigenata. Si prepara con un mezzo bicchiere di kefir più succo di un limone, 50 g di vodka e 2 tuorli. Il composto si applica in modo uniforme sui capelli e si copre la testa. La maschera va tenuta per ore, meglio per tutta la notte. La maschera scioglie il pigmento in modo delicato fino a schiarire di 2-3 tonalità.
  3. La camomilla e il rabarbaro. È un metodo approvato con tempo ed è abbastanza sicuro. Tagliare il rabarbaro a pezzettini e far bollire insieme a mezzo litro di aceto a fuoco lento per 10 minuti. Aggiungere 1 cucchiaio dei fiori secchi di camomilla e lasciare bollire per altri 5 minuti. Filtrarlo e farlo raffreddare. Dopo aggiungere 1 cucchiaio di miele, 50 ml di cognac e la stessa quantità di succo di limone. La miscela si può tenere nel frigo per 3 settimane dentro un contenitore chiuso. Va utilizzata 30 minuti prima di ogni lavaggio dei capelli. Poi si procede con sciacquatura dei capelli con il bicarbonato di sodio (1 cucchiaio per un litro d'acqua).

Queste ricette non si possono utilizzare se ci sono delle lesioni sul cuoio capelluto in quanto possono provocare una forte irritazione e infiammazione.

La cura aggiuntiva

Per ridurre i danneggiamenti dei capelli con le tinture utilizzate qualche giorno prima delle maschere benefiche.

I prodotti chimici vanno applicati sui capelli non lavati così il sebo li protegge dalla secchezza eccessiva.

Ricordatevi anche che le miscele schiarenti non si possono mai tenere sui capelli più del tempo indicato nel foglietto illustrativo.

Garantite una cura delicata ai capelli trattati:

  • Cura dei capelliusate gli shampoo e i balsami solo per i capelli colorati e danneggiati;
  • rinunciate almeno per due settimane all’utilizzo degli strumenti per lo styling;
  • utilizzando il phon non dimenticate di applicare prima i prodotti con la termo protezione;
  • prima di esporvi al sole utilizzate lo spray con la protezione UV;
  • riducete l’utilizzo dei prodotti per lo styling.

Fate l’uso quotidiano delle maschere per recuperare la lucentezza e l’elasticità dei vostri capelli. Fate i massaggi della testa con degli oli naturali almeno 1-2 volte a settimana. Esso rinforza e nutrisce le radici, regola l'attività delle ghiandole sebacee, diminuisce lo stress e aiuta a prendere sonno più facilmente. Sarebbe meglio fare un massaggio prima di dormire.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.