Si possono tingere i capelli subito dopo la decolorazione?

La decolorazione è una procedura molto dannosa per la chioma e tutte le donne lo sanno. Malgrado i possibili rischi molte ragazze cercano di decolorare i boccoli per rendere il loro look più luminoso ed espressivo. Tuttavia il risultato della procedura non è sempre soddisfacente. In tal caso la domanda sorge spontanea: quando si può tingere i capelli dopo la decolorazione? Lo scopriremo subito.

Cause dei risultati negativi

La decolorazione è una procedura di eliminazione del pigmento naturale dai boccoli, che viene lentamente respinto dal perossido di idrogeno. Per prime vengono eliminate le particelle dello spettro rosso, dopo di che quelle arancioni, e per ultime quelle gialle. Ecco perché il problema più diffuso dopo la decolorazione è la giallezza dei boccoli. Molto spesso questo problema si verifica sui capelli molto scuri per natura, e nemmeno le polveri speciali ad alta concentrazione di perossido d’idrogeno garantiscono che l’effetto non si presenti. Questo problema può manifestarsi anche sulla chioma castana se realizzate la decolorazione a casa per conto vostro ed usate i composti di dubbia qualità.

Il risultato può essere imprevedibile se la decolorazione viene effettuata su chioma bruna non naturale. Entrando in reazione chimica tra loro, i pigmenti di diverse gamme cromatiche possono dare i colori più inaspettati. Potete ottenere una chioma di colore verde sporco, blu, azzurro o grigio.

[youtube]https://youtu.be/vBuaiPx2_Fg[/youtube]

Lo stesso effetto si ottiene se i capelli sono stati tinti precedentemente con hennè o indaco, perché anche le sostanze naturali entrano in reazione con le particelle del decolorante.

L’esperimento può rivelarsi negativo anche per i seguenti motivi:

  • utilizzo di composto scaduto;
  • errori nella procedura di applicazione del composto;
  • mancato rispetto del tempo di posa del composto decolorante sui capelli;
  • lavaggio non corretto;
  • sbalzi nell’equilibrio ormonale (gravidanza, allattamento al seno e mestruazioni).

Come rimediare?

Se dopo la decolorazione la vostra chioma è diventata di un colore impresentabile, potete rimediare con una colorazione successiva con una tintura permanente. Tuttavia ricordate che i vostri boccoli hanno appena subito uno stress che probabilmente li ha resi più fragili, spenti, secchi, arruffati e senza vita.

Per non danneggiarli ulteriormente aspettate finché la struttura dei capelli non si sia ricostituita del tutto. Applicate sempre maschere o balsami, preferibilmente a base di olii.

Potete usare i composti con ammoniaca solo quando spariranno tutti i difetti. Vediamo altri modi per eliminare le conseguenze negative della decolorazione.

Shampoo o balsamo riflessanti

È il modo più sicuro per rimediare agli errori, perché questi prodotti non contengono né ammoniaca né perossido d’idrogeno, quindi non hanno effetto negativo sui boccoli e possono essere usati lo stesso giorno della decolorazione.

Spesso shampoo e balsami riflessanti vengono utilizzati per neutralizzare la giallezza. In tal caso prendete prodotti di tonalità cenere, azzurro o viola. Applicateli giusto per qualche minuto, quindi lavate via con acqua.

Pregi:

  • non danneggiano i boccoli;
  • neutralizzano bene il tono giallo;
  • sono economici;
  • sono facili da usare;
  • si trovano in qualsiasi negozio di prodotti cosmetici.

Difetti:

  • si lavano via in fretta;
  • seccano leggermente i capelli ed il cuoio capelluto;
  • non coprono il verde, grigio, blu o altre tonalità fredde.

Tinture senza ammoniaca

A risolvere i problemi dopo la decolorazione vi aiuteranno anche i coloranti innocui senza ammoniaca di nuova generazione: sono in grado di rendere il colore uniforme, ma non sono adatti per i cambiamenti radicali. Questi composti possono cambiare il vostro colore di 1-2 toni, non di più.

Anche se queste tinture non contengono ammoniaca, non bisogna applicarle subito dopo aver utilizzato i decoloranti. Fate passare 1-2 settimane tra una procedura e l’altra, a seconda dallo stato di salute dei capelli.

Pregi:

  • non bruciano i boccoli;
  • non causano allergie;
  • non hanno odore forte dell’ammoniaca;
  • contengono sostanze curative.

Difetti:

  • si lavano via velocemente ed in modo non uniforme;
  • costano di più rispetto ai composti con ammoniaca;
  • non permettono di cambiare il colore in modo radicale;
  • non si possono usare nello stesso giorno della decolorazione.

Rimedi popolari

Si possono tingere i capelli subito dopo la decolorazioneI rimedi popolari causano ai capelli meno danni di altri prodotti, inoltre aiutano non solo a cambiarne il colore, ma si prendono cura delicatamente dei boccoli indeboliti. Le donne che vogliono rendere i propri capelli di un colore biondo più intenso possono usare le maschere con kefir, miele, limone, camomilla, bicarbonato.

Se invece desiderate rendere il vostro colore chiaro leggermente più scuro usate le ricette a base di buccia di cipolla, corteccia di quercia, tè nero, cannella, rabarbaro, cacao. Queste maschere possono essere usate già qualche ora dopo la decolorazione ed applicate abbastanza spesso perché non contengono sostanze chimiche dannose.

Pregi:

  • composizione assolutamente naturale;
  • innocui per capelli e cuoio capelluto;
  • ricostituzione graduale dei boccoli;
  • rendono la chioma sana e ben curata;
  • accessibilità.

Difetti:

  • ci vuole tempo per raggiungere l’effetto desiderato;
  • il tempo di posa dei composti sui capelli è lungo;
  • il rimedio deve essere preparato prima di ogni procedura.

Composti permanenti

I coloranti permanenti contengono ammoniaca e perossido d’idrogeno, sostanze che hanno effetti deleteri sui capelli. Ecco perché bisogna aspettare almeno un paio di settimane prima di continuare le sperimentazioni con la chioma. Durante questo periodo cercate di nutrire i boccoli con sostanze utili, idratarli e renderli di nuovo elastici. Se lo stato di salute dei capelli non migliorerà, posticipate la colorazione finché i boccoli non si riprenderanno del tutto.

Se volete rendere i vostri boccoli più scuri, prendete il colorante di 2 toni più scuro rispetto a quello desiderato, perché sui capelli decolorati il pigmento si sviluppa in modo meno intenso.

Pregi:

  • è possibile cambiare il colore in modo radicale in poche sedute;
  • il costo della tintura è relativamente basso;
  • vasta scelta dei colori;
  • possibilità di ritornare al vostro colore naturale.

Difetti:

  • danni ai capelli;
  • sui boccoli decolorati il pigmento si sviluppa in modo irregolare;
  • si lava via velocemente;
  • è necessario ripetere le procedure per fissare il risultato.

Conseguenze della colorazione urgente

Сapelli subito dopo la decolorazioneLe donne spesso chiedono con quale frequenza si possa decolorare i capelli, ma raramente danno ascolto ai consigli degli esperti. L’uso di composti aggressivi troppo presto causa l’apparizione di doppie punte, fragilità, perdita ed indebolimento dei boccoli, forfora e prurito del cuoio capelluto. Questi problemi si manifestano anche dopo la colorazione con composti permanenti subito dopo la decolorazione. In più i boccoli si arrufferanno, perderanno elasticità, si metteranno in piega con più difficoltà.

Il problema è più serio quando i capelli si rompono e cadono a ciocche durante la pettinatura. Potete evitarlo prendendovene cura correttamente e rispettando l’intervallo tra le procedure.

Segreti di cura

La chioma decolorata e tinta successivamente richiede cure meticolose perché ha subito un doppio effetto negativo (se non avete usato i prodotti naturali). Per far tornare i boccoli sani, luminosi ed elastici bisogna fare tutto il possibile. Per mantenere l’acconciatura curata e bella gli specialisti consigliano di seguire alcune regole:

  1. Applicate le maschere idratanti e nutritive almeno due volte a settimana, alternandole.
  2. Sostituite lo shampoo normale con quello senza solfati per mantenere il colore dei capelli più a lungo e prevenire i danni.
  3. Usate solo acqua filtrata o bollita per lavaggio e risciacquo dei capelli.
  4. Riducete al minimo l’uso di phon, piastra, ferro o bigodini.
  5. Usate necessariamente prodotti termoprotettivi se non potete rinunciare alla messa in piega.
  6. Applicate sui capelli lo spray con UV-filtro nella stagione calda e copriteli con un copricapo caldo d’inverno.
  7. Usate i pettini morbidi, preferibilmente con i denti in materiale naturale.
  8. Pettinate i capelli prima di ogni lavaggio.
  9. Cercate di usare prodotti cosmetici della stessa linea.
  10. Tagliate le punte una volta in 1,5-2 mesi.

[youtube]https://youtu.be/XoCZvB82Rs0[/youtube]

Conclusioni

La decolorazione è una procedura molto traumatica per i boccoli, ecco perché vi sconsigliamo di usare i coloranti permanenti subito dopo averla fatta. In ogni caso l’intervallo tra le procedure deve essere stabilito in modo personale e dipende dallo stato di salute della chioma.

È molto importante che per rimediare alle conseguenze della decolorazione non riuscita vi rivolgiate ad un professionista, che vi aiuterà a prevenire danneggiamenti ulteriori e toni imprevedibili.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.