Le variazioni delle meches sul carrè e le loro particolarità

Le donne che hanno i capelli corti possono renderli più eleganti e alla moda semplicemente colorando delle ciocche. Le meches stanno ancora meglio se la tecnica e i colori vengono scelti in modo giusto. Per non sbagliare sarebbe opportuno conoscere quali tecniche eseguire in base a tagli diversi: carrè normale o lungo, ecc. Scopriamo le variazioni.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

Scelta del colore in base al tipo cromatico

La scelta del colore delle meches è un passo importante. Gli stessi pigmenti possono risultare diversi su capelli di diverse strutture perciò bisogna considerare molti dettagli scegliendo i colori.

Vediamo la scelta del colore in base al tipo cromatico della donna:
Tipo cromatico Carnagione Colore degli occhi Colori migliori Colori peggiori
“Primavera” Olivastra, avorio, porcellana Azzurro chiaro, azzurro, grigio, blu. Miele, caramello, sandalo, per la carnagione molto chiara – cenere. Nero, castano scuro, cioccolato, cognac.
“Estate” Olivastra, latte, pallida. Verde chiaro, azzurro, grigio, raramente nocciola. Grano per le donne chiare; tulipano nero per le donne “contrastanti” (il colore dei capelli e la carnagione sono contrastanti). Nero, cenere, tutti i colori troppo chiari.
“Autunno” Olivastra, oro con un riflesso abbronzato. Nocciola, marrone, verde con i riflessi dorati o gialli. Cognac, castano, rame, cioccolato al latte, rosso. Nero e bianchi freddi.
“Inverno” Porcellana, raramente olivastra con sottotono rosa o azzurro. Grigio, marrone scuro, azzurro. Tulipano nero, platino bianco, legno nero. Rosso, rame, miele, grano.

Bisogna considerare che il colore naturale nelle persone di diversi tipi cromatici è diverso. Le donne con tipo cromatico “inverno” hanno i capelli neri o castani scuri, le donne con tipo cromatico “autunno” – rossi, marroni e a volte biondi caldi, le donne con tipo cromatico “estate” – biondi scuri, cenere o castano chiaro, le donne “primavera” – tutte le tonalità bionde.

Bisogna considerare questi dettagli prima di fare le meches per sapere quale risultato si potrebbe ottenere.

Tecniche di colorazione

Le tecniche di oggi sono numerosissime. Dovete considerare il fatto che la stessa colorazione sul carrè lungo e sul carrè classico non farà lo stesso effetto. Scopriamo le particolarità delle tecniche:
  1. Dovete considerare il fatto che la stessa colorazione sul carrè lungo e sul carrè classico non farà lo stesso effetto“Classiche”. Queste meches sono ideali per il carrè medio. Le ciocche sottili vengono schiariti in maniera uniforme su tutta la testa. Le brune avranno l’effetto a contrasto mentre le bionde otterranno l’effetto del “baciati dal sole”. Consiglio: per smussare il contrasto tra il colore naturale e quello acquisito utilizzate i toner delle tonalità diverse.
  2. Multicolore. La base biondo-scuro o castano è la variante ideale per questo tipo di meches. Le ciocche vengono colorate con più pigmenti. Più vicino il pigmento al colore naturale migliore sarà l’effetto finale.
  3. Peek-a-Boo. È ideale per il carrè corto e medio. Lo strato inferiori dei capelli viene colorato con un colore acceso o scuro che sarà contrastante a quello base. Questa tecnica permette di creare l’effetto voluminoso sulla testa. Se c’è la frangia viene colorata pure questa. Alle castane vanno benissimo colori particolari (rosa, blu, amarena), alle bionde colori scuri (melanzana, cioccolato fondente, tulipano nero). Se non siete pronte a fare i cambiamenti drastici potete utilizzare il colore meno contrastante,
  4. Meches ultra color. Un’ottima soluzione per chi vuole aggiungere le note fresche accese al proprio look. La scelta dei colori è molto ampia. Coraggio! Rosa, viola, verde, arancione, rosso e altri colori vi aiuteranno a creare il vostro look individuale. Se avete la frangia colorate anche alcune ciocche in questa zona aggiungendo una nota di originalità alla vostra chioma.
  5. Majimeches. È un tipo di tecnica chiamata anche meches francesi ideale per il carrè. Prima di fare le meches il colore base, se non è chiaro originariamente, viene schiarito e successivamente alcune ciocche sottili vengono colorate con un gel speciale o un colorante a base di cera d’api.
  6. Francesi. È una soluzione perfetta per le donne con i capelli biondo scuro e con il carrè. La base non viene colorata prima delle meches. Il parrucchiere sceglie il colore più vicino a quello base. L’effetto finale è molto naturale e alla moda.
  7. Due toni. Sta benissimo sul carrè. Il parrucchiere utilizza due toni: l’uno più chiaro della base, l’altro più scuro della base. Grazie a questa combinazione i capelli sembrano più modellati e il volto – più giovane.
  8. Velo. Una delle tecniche più adatte al carrè allungato e lungo. La coloraizone viene effettuata solo sullo strato superiore dei capelli perciò la tecnica è considerata una delle più delicate. Come risultato avrete un bellissimo velo creato dalle proprie ciocche.
  9. Al contrario. È una tecnica contraria a quella classica in quanto le ciocche vengono colorate non con un colore schiarente ma con uno scurente.
  10. Majicontrast. Su tutta la testa vengono distribuite le ciocche colorate. Se le majicontrast viene effettuato sul carrè si possono utilizzare sia colori accessi sia quelli molto chiari forti contrastanti al colore base. Importante sapere! Per il majicontrast vengono utilizzate gli schiarenti e le tinte permanenti perciò questa tecnica è sconsigliata per le donne con i capelli molto sottili.
  11. Californiane. La tecnica permette di creare un look molto chic senza provocare molti danni ai capelli. Per prima cosa vengono scurite le radici (almeno 3 cm) e poi si crea l’effetto graduale sulla lunghezza fino ad arrivare alle punte chiare. Non si utilizza la carta stagnola per questa tecnica di colorazione.
  12. È una tecnica di colorazione permanente che schiarisce le lunghezze e le punte di uno-due toni, creando un contrasto con le radici dall’effetto molto naturale, come dopo una lunga vacanza al mareBalayage. È una tecnica di colorazione permanente che schiarisce le lunghezze e le punte di uno-due toni, creando un contrasto con le radici dall’effetto molto naturale, come dopo una lunga vacanza al mare.
  13. Meches parziali. Vengono colorate solo le ciocche intorno al volto e la frangia. La gamma dei colori è molto ricca. Perciò tutte le donne troveranno un colore adatto sia quelle più coraggiose che quelle più timide.
  14. Americane. Per questo tipo di colorazione si utilizzano più di 5 tonalità perciò i parrucchieri preferiscono utilizzare la carta stagnola colorata che aiuta a non sbagliare l’ordine dell’applicazione dei colori.
  15. Glassa. È un’ottima scelta per il carrè che permette di cambiare in parte il colore naturale. Prima della colorazione i capelli vengono cotonati bene. Poi il pigmento viene preso con le mani e applicato con le dita sulle punte dei capelli. Alla fine rimane l’effetto della glassa sui capelli.

Conclusione

Il carrè non è un motivo per portare un solo colore. Le meches sono un’ottima soluzione per chi ha il taglio a caschetto normale o allungato.

Non sarà difficile scegliere la tecnica e il colore se vi rivolgete ad un parrucchiere. È sconsigliato fare esperimenti con i capelli a casa in quanto queste tecniche sono molto difficili da realizzare da sole a casa.

Affidatevi a un parrucchiere bravo e godetevi questi cambiamenti!

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.