Mèches sui capelli bianchi

Prima o poi ciascuno di noi deve affrontare la canizie. Non esiste un modo per prevenirla, come non si può evitare la vecchiaia. D'altronde, alcune persone hanno la prima canizie già all’età di 25-30 anni. Più spesso la sua apparizione è dovuta alla predisposizione genetica. Tuttavia, a volte la causano lo stress, i problemi di salute o fattori negativi esterni. Allora non resta altro che nasconderla. Per esempio, con la colorazione o le mèches.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

Che cos’è la canizie?

Quelli che hanno già provato questi metodi sanno che non funzionano sempreQuelli che hanno già provato questi metodi sanno che non funzionano sempre. Le mèches sui capelli bianchi riuscite male accentuano l’età ancora di più: il colore copre il capello in modo diverso a causa della sua struttura modificata. Quindi, prima di stabilire qual è il metodo migliore di colorazione è meglio approfondire cos’è la canizie e quali sono le sue caratteristiche.

Ogni individuo ha il proprio colore di capelli. Anche se a prima vista la capigliatura di due persone può sembrare uguale, guardandola bene si può notare la differenza delle tonalità. Questa varietà cromatica è possibile perché le cellule speciali, note come melanociti, producono due tipi di pigmenti ed il colore dei nostri capelli dipende dalle loro proporzioni.

Quando manca il pigmento il capello rimane trasparente, mentre a noi sembra bianco. Con l’età si interrompe la produzione di melanina da parte dei melanociti che si trovano nel cuoio capelluto. Tuttavia, a causa di fattori negativi interni o esterni, questo processo può iniziare prima.

In mancanza di pigmento le squame di cheratina aderiscono più strettamente l’una all’altra, quindi i capelli bianchi diventano più duri e si tingono con difficoltà.

Con l’utilizzo di tinture resistenti a base di ammoniaca, il colore sui capelli bianchi riesce più ricco di quello indicato sulla foto perché non interagisce con il pigmento naturale.

Dovrete utilizzare la tintura con percentuale di ossidante più alta, altrimenti il capello non diventerà poroso e la tintura rimarrà sulla sua superficie, da dove viene lavata via facilmente. Invece un prodotto riflessante mantiene l’effetto solo fino al secondo o terzo lavaggio, quindi bisognerà applicarlo più spesso.

Mèches per nascondere la canizie

Molti preferiscono nascondere la canizie proprio con le mèches. Questo è possibile solo se è presente in ridotta quantità. Non tutte le tecniche permettono di ottenere risultati apprezzabili. Così, dopo le mèches classiche sui capelli scuri, la canizie presto riappare alle radici e rovina l’aspetto generale.

Bisogna essere particolarmente prudenti con il castano chiaro naturale. Sbagliando il tempo di posa o la concentrazione del decolorante potrà apparire che ci siano più capelli bianchi di prima. Lo stesso effetto si ottiene anche utilizzando durante la colorazione le tonalità cineree del biondo o dei colori freddi.

Scelta di tonalità

È molto importante scegliere la tonalità corretta per realizzare le mèches sui capelli con la canizieÈ molto importante scegliere la tonalità corretta per realizzare le mèches sui capelli con la canizie. La scelta dipende dal colore naturale dei capelli e dal risultato desiderato.

In ogni caso qui gli esperimenti con contrasti e toni vivaci e striduli sono inopportuni. È sempre meglio preferire tonalità naturali non molto diverse dal colore di base.

Queste sono le tonalità consigliate dai coloristi per nascondere la canizie non troppo avanzata:

  • capelli neri: color melanzana, borgogna, caffè nero, cioccolato amaro, rame scuro;
  • capelli castani: dai colori oro e rossi fino a tutte le tonalità del marrone;
  • capelli castano chiaro: si può decolorare le ciocche selezionate o tingerle con le tonalità più scure della stessa scala (fredda o calda);
  • capelli chiari: spesso vengono usate le mèches bionde che schiariscono ancora di più la testa, ma a volte viene creato un contrasto aggiungendo il colore più scuro.

Importante! È sconsigliabile usare troppo colore scuro se c’è molta canizie, perché i capelli ricrescono velocemente alle radici e svanisce l’effetto di mascheramento.

Tecniche migliori

Le moderne e complicate tecniche di colorazione possono nascondere la canizie meglio delle mèches classiche:
  • californiane: è una decolorazione dello strato superiore dei capelli che ricorda l’effetto di scolorimento naturale al sole;
  • bronde: consiste nell’oscuramento delle radici e nella colorazione con un colore più scuro delle ciocche sparso uniformemente su tutta la lunghezza;
  • Le moderne e complicate tecniche di colorazione possono nascondere la canizie meglio delle mèches classichevelo: lo strato superiore dei capelli viene tinto in colore naturale o in colore di base, invece al centro vengono realizzate le mèches;
  • rammendo sulla stagnola: vengono colorate o decolorate le ciocche molto sottili sparse su tutta la testa;
  • sale e pepe: è molto bello, se i capelli bianchi sono tanti bisogna aggiungere qualche ciocca di colore scuro di contrasto;
  • cornice: può essere interessante in caso di canizie focale, quindi vengono tinte le zone con capelli bianchi e la zona attorno il viso;
  • attraverso la cuffia: la cuffia è molto comoda per realizzare le mèches sul taglio corto o medio, permette di selezionare ciocche sottili della foltezza necessaria e addirittura usare più tonalità diverse.

È meglio non cercare di realizzare queste tecniche per conto proprio a casa, ma rivolgersi ad un professionista. Correggere gli errori sui capelli bianchi è più difficile che sui capelli normali.

In questo caso non solo il colore è importante, ma anche la posizione delle ciocche colorate rispetto a quelle bianche. Durante il lavoro il parrucchiere prenderà in considerazione la struttura dei vostri capelli, la tonalità naturale della canizie, il vostro tipo cromatico e tanti altri fattori.

Giallezza naturale

La spettacolarità delle mèches sui capelli bianchi dipende anche dalla presenza o assenza di giallezza naturale o acquisita. La sfumatura giallastra appare spesso nei fumatori. La causano le tossine che regolarmente avvelenano l’organismo. Queste arrivano alla cute e la rendono grigia giallastra, ed arrivano anche alla cheratina di cui sono fatti i capelli.

La spettacolarità delle mèches sui capelli bianchi dipende anche dalla presenza o assenza di giallezza naturale o acquisitaPiù o meno stessa cosa succede dopo l’assunzione regolare di alcuni farmaci o di certi prodotti per la crescita dei capelli. Non è possibile eliminare la giallezza in nessun modo. Deve essere soltanto presa in considerazione nella scelta della tecnica di colorazione e dei toni aggiuntivi. In questo caso i toni freddi non sono adatti, bisogna usare gamma dei colori dorati e rossi.

La giallezza acquisita sui capelli bianchi appare a causa del lavaggio regolare con acqua dura. La struttura porosa assorbe i sali disciolti in questa acqua, cambiando così il colore dei capelli.

Tale giallezza può essere eliminata facilmente con un peeling di buona qualità o trattandola con un leggero ossidante (o con la soluzione decolorante). Bisogna necessariamente farlo prima di realizzare le mèches, in modo da poter stendere la tintura in modo uniforme.

Caratteristiche di colorazione

A causa della loro struttura i capelli bianchi sono più robusti e duri e la tintura non penetra negli strati profondi. Quindi, se avete deciso di realizzare le mèches con un colore aggiuntivo, prima bisogna preparare la chioma.

In questo caso la colorazione si svolge in tre fasi:
  1. A causa della loro struttura i capelli bianchi sono più robusti e duri e la tintura non penetra negli strati profondiDecapaggio. Prima i capelli vengono trattati con una soluzione leggera di ossidante (1,5-3%) per aprire le squame di cheratina. Questa composizione viene distribuita sulla chioma leggermente umida senza farla entrare in contatto con il cuoio capelluto e le radici. Non appena si asciuga potete proseguire.
  2. Saturazione dei capelli con pigmento. Nei capelli bianchi il pigmento è completamente assente, quindi questo tipo di capelli ha bisogno di più tempo e più tintura. La saturazione permette di ottenere una colorazione uniforme e resistente. Bisogna diluire il colore con l’acqua in rapporto 1:2 ed applicarlo sulle ciocche. Si lascia per mezz’ora circa.
  3. Colorazione. Il resto della tintura viene diluito secondo le istruzioni e viene effettuata una colorazione standard delle ciocche trattate prima. Quando scade il tempo di posa della tintura bisogna lavare la testa, quindi applicare un balsamo ricostituente per 3-5 minuti, dopodiché la chioma viene di nuovo lavata, asciugata e messa in piega.

Il decapaggio serve se i capelli precedentemente sono stati tinti nei toni più scuri o molto vivaci.

Queste procedure preparatorie richiedono maggior tempo ed energia, ecco perché la colorazione dei capelli canuti nei saloni dei parrucchieri costa di più. Se non vengono effettuate la tintura verrà lavata via presto o apparirà la giallezza dopo la decolorazione.

Cura dei capelli

Molti si chiedono se le mèches possano realizzarsi sui capelli canuti senza rovinarli di più. La risposta è affermativa, se l’ossidante è stato scelto correttamente e sono state seguite tutte le istruzioni per la tecnica di colorazione. Questi capelli hanno già cambiato la loro struttura e quindi hanno bisogno di cure supplementari.

Eccovi le procedure da effettuare regolarmente con capelli canuti con le mèches:

  • Molti si chiedono se le mèches possano realizzarsi sui capelli canuti senza rovinarli di piùlavateli con shampoo di alta qualità con olii e additivi vegetali;
  • usate sempre un balsamo condizionante o un fluido emolliente;
  • fate le maschere tiepide almeno un paio di volte al mese (applicate sulle radici e sui capelli la miscela di olii naturali di: bardana, ricino, oliva, jojoba, coprite la testa e tenere la maschera per un paio d’ore circa);
  • 2-3 volte a settimana applicate delle maschere nutritive pronte o preparate secondo ricette popolari fidate;
  • qualche volta al mese applicate un balsamo riflessante per illuminare il colore e coprire la canizie alle radici;
  • prima della messa in piega calda o dell’asciugatura con un phon utilizzate sempre un prodotto per la protezione termica;
  • prima di uscire al sole con la testa scoperta applicate uno spray fluido con filtro UV.

Per prevenire la caduta dei capelli è molto utile fare i cicli di procedure da salone di bellezza come il trattamento Darsonval, mesoterapia, etc.

Questi trattamenti non sono in grado di eliminare la canizie. Tuttavia, anche i capelli bianchi sono belli se sono in buona salute, e soprattutto con le mèches realizzate bene.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.