Tinta per capelli color cioccolato

La moda cambia spesso. Ma le tonalità cioccolato rimangono nelle prime posizioni da qualche anno. Esse sono presenti anche in tante variazioni nelle linee delle marche più conosciute. Non è difficile lavorare con questo colore ma dopo la colorazione è necessario garantire una buona cura per avere sempre una bella chioma.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

Vantaggi del cioccolato

Le tonalità cioccolato non per caso sono così richiesteLe tonalità cioccolato non per caso sono così richieste. Questo colore ha tantissimi vantaggi:

  • È molto intenso, si applica bene;
  • Lo possono trattare anche le persone non esperte;
  • Nella maggior parte dei casi non richiede una schiaritura prima della colorazione;
  • Sta bene sia monocolore che accompagnato dalle altre tonalità;
  • Aggiunge il volume e lo spessore visivo;
  • Sta bene sia sui capelli dritti che sulle onde;
  • Rende il look espressivo e alla moda;
  • Sta bene a qualsiasi stile di abbigliamento.

Il color cioccolato non è capriccioso. La maggior parte delle sue tonalità non richiedono alcun conoscenza particolare e si applicano bene anche sui capelli non schiariti.

Comunque le donne over 35 devono essere attente in quanto questo colore va a esaltare le imperfezioni della pelle: le rughe, i capillari, i brufoli, le cicatrici e le macchie. Può anche aggiungere qualche anno.

Varietà delle tonalità

Sono poche le persone che non amano il cioccolato! Come sono poche anche le donne a cui non sta bene il colore cioccolato. L’importante scegliere una tonalità giusta considerando l’età, il tipo cromatico e il colore base dei capelli.

Ecco i suggerimenti dei parrucchieri per chi sta cercando una tonalità giusta:

  1. Cioccolato al latte. È una delle tonalità cioccolato più chiare, sta quasi bene a tutte. È abbastanza neutro perciò si può anche non considerare il tipo cromatico della persona. L’unica peculiarità: sulle persone con i tratti non ben lineari e senza trucco il risultato può essere troppo banale. Sarebbe meglio se sul viso ci sia qualche accento: gli occhi o le labbra.
  2. Cioccolato scuro. A volte viene scambiato con il cioccolato fondente ma sono due tonalità diverse. Il cioccolato scuro è una tonalità calda intensa ma senza il riflesso rosso. Al limite può uscire il riflesso oro sotto la luce forte. Si sposa bene con la carnagione chiara e gli occhi verdi o marroni. La persona che sceglie questa tonalità dovrebbe fare anche il trucco importante altrimenti il volto non si valorizza.
  3. Cioccolato fondente. È una tonalità fredda, più scura rispetto a quello di sopra. Si sposa bene con gli occhi grigi e azzurri e con la carnagione molto chiara o al contrario olivastra. Esposto alla luce forte può avere un riflesso cenere. Bisogna stare attente a questa tonalità in quanto può aggiungere qualche anno.
  4. L’importante scegliere una tonalità giusta considerando l’età, il tipo cromatico e il colore base dei capelliCioccolato chiaro. È ideale per le donne del tipo cromatico “estate”: capelli biondo o castano chiaro o anche rosso, gli occhi ambra o grigio-verde o marrone, la carnagione calda e le guance pesca. Questa tonalità ringiovanisce e nasconde le piccole imperfezioni della pelle. Spesso viene utilizzato come colore base per le meches.
  5. Caramello. Questa tonalità neutralizza i toni giallo-rossi. È adatta anche ai capelli biondo caldo su quali si applica benissimo e acquisisce una lucentezza dorata. Valorizza i lentiggini. Però può esaltare le macchie. Si sposa bene con le carnagioni calde e gli occhi chiari o marroni.
  6. Caldo. È simile al colore della vera cioccolata calda. È un marrone vellutato neutro senza toni rossi o dorati. Sta bene sulle donne giovani. Nell’età avanzata può sottolineare le rughe e le occhiaie, aggiunge visivamente qualche anno.
  7. Biondo cioccolato. È una tonalità complicata da ottenere ma molto elegante e chic. È quasi impossibile ottenere questo colore a casa. È un marrone così chiaro che può essere chiamato anche biondo. Però non può essere considerato freddo o caldo. Si applica bene solo sui capelli molto chiari o schiariti. Richiede una cura continua.

Come vedete la gamma delle tonalità cioccolato è molto ricca. Ogni donna può trovarne una adatta a lei.

Come e con che cosa colorare

Le opzioni di colorazione cioccolato sono tante. Scegliendo la tinta bisogna prima di tutto considerare lo stato dei capelli. Per i capelli danneggiati le tinte permanenti possono risultare pericolose perciò sarebbe meglio preferire le tinte prive di ammoniaca. Esse vanno bene anche per coprire la ricrescita o qualche capello bianco.

Tonalizzante

I capelli chiari non si possono colorare con il tonalizzante color cioccolato – qui servono le tinte permanentiI capelli chiari non si possono colorare con il tonalizzante color cioccolato – qui servono le tinte permanenti. Il tonalizzante invece può dare qualche tocco cioccolato scurendo il colore base di qualche tono. Senza alcun danno ai capelli. Infatti il tonalizzante non agisce drasticamente sul capello penetrando nella struttura ma lascia il pigmento solo sulla superficie ma per questo va via presto.

Il tonalizzante è indispensabile quando bisogna mantenere l’intensità del colore o neutralizzare il giallo.

Per una tonalizzazione più intensa, per la copertura dei capelli bianchi e della ricrescita vanno bene le tinte senza ammoniaca. Le tinte di qualità lasciano un colore resistente che dura fino a 4-6 settimane. I danni di queste tinte sono minori rispetto alle tinte all’ammoniaca ma bisogna fare i ritocchi frequenti. Il costo delle tinte con la quantità maggiore dei componenti naturali è leggermente più alto.

Importante! Anche se le tinte senza ammoniaca non sono così dannose come quelle con ammoniaca sono comunque sconsigliate per i capelli danneggiati in quanto contengono comunque l’ossidante.

Tinte permanenti

La tinta color cioccolato di diverse tonalità hanno nelle loro linee tutte le marche più conosciute. Perciò è difficile dire quale tinta è migliore. Dipende dall'esigenze personali. Ogni tinta ha dei vantaggi e anche delle tonalità diverse.

Perciò bisogna cercare. Sarebbe perfetto se la prima tinta provata fosse più adatta. Anche perché per togliere la colorazione cioccolato bisogna utilizzare il decolorante.

Ecco alcune tinte color cioccolato:

  • La tinta color cioccolato di diverse tonalità hanno nelle loro linee tutte le marche più conosciute“L’Oréal”. La tonalità cioccolato intenso si trova nella line Casting Gloss, numero 535. La tonalità è calda con un leggero riflesso rosso.
  • “Matrix”. È una bellissima tonalità cioccolato al latte, numero 5BC. Questo colore dura fino a 8 settimane ovviamente se il procedimento viene rispettato rigorosamente.
  • “Garnier”. La linea nutrisse offre 2 tonalità cioccolato: caramello cioccolato e cioccolato scuro. LA tinta è arricchita con degli oli naturali e no fa i danni seri ai capelli. Il colore dura fino a 4-6 settimane.

Per conoscere le gamme dei colori potete visitare i siti ufficiali dei produttori o dei distributori.

Tinte fai da te

Si può fare la colorazione cioccolato anche utilizzando le tinte fai da te senza componenti chimici. Una tinta naturale color cioccolato è la miscela di tinte vegetali, henne e basma. Per preparare la miscela si prende 1 parte di basma e 1/4-1/8 di henne. Si aggiunge acqua tiepida fino ad ottenere la consistenza cremosa. La miscela va applicata prima sulle radici e poi su tutta la lunghezza. Per ammorbidire i capelli si può aggiungere un cucchiaio d’olio di bardana e qualche goccia di olio essenziale (rosmarino, ylang-ylang, rosa).

Le tonalità cioccolato stanno bene se si fa la colorazione tipo meches con le sfumature morbidePer ottenere il color cioccolato si può utilizzare anche il caffè o il tè. Bisogna preparare la bevande concentrate, unire il caffè e il tè in proporzione 1:1, fare raffreddare il composto dopodiché immergere i capelli puliti e asciutti. Mettere la cuffia e aspettare 1.5-2 ore. Quindi lavare con acqua senza shampoo.

Questo trattamento rinforza bene i capelli, dona la lucentezza e la morbidezza. Ma per ottenere il color cioccolato bisogna ripetere il trattamento 2-3 volte alla settimana per almeno un mese.

Le meches al cioccolato

Le tonalità cioccolato stanno bene se si fa la colorazione tipo meches con le sfumature morbide. Sta bene sia con i colori simili che con i colori contrastanti, dipende da quale effetto volete ottenere: più sobrio o più creativo.

Le tecniche più adatte sono: shatush, balayage, ombré. Per fare un gioco di colori serve la lunghezza, quindi per queste tecniche andrebbero bene i capelli lunghi mentre per capelli corti andrebbe bene una colorazione monocolore.

Si può creare il look romantico utilizzando le sfumature cioccolato. L’importante controllare che tutti i colori aggiuntivi siano della stessa gamma, fredda o calda. Si possono combinare anche con le tonalità bionda, castana e anche nera (nel caso di cioccolato fondente).

I look creativi si basano sui contrasti. Nel caso di cioccolato il contrasto fanno le tonalità beige, oro, rosso e arancione. Ricordatevi sempre più forte è il contrasto più visibili sono gli errori della colorazione. Perciò sarebbe opportuno affidare le colorazioni complesse ai parrucchieri.

Cura

I capelli schiariti e successivamente colorati invece richiedono una cura più scrupolosa che includi il nutrimento e la rigenerazioneSe i capelli non sono stati schiariti non subiscono molti danni se la tinta è di qualità. In questo caso un elemento importante della cura è l'utilizzo del tonalizzante ogni settimana senza quale i capelli perdono l’intensità del colore.

I capelli schiariti e successivamente colorati invece richiedono una cura più scrupolosa che includi il nutrimento e la rigenerazione.

Durante prime due settimane è necessario fare un cura di maschere i giorni alternati. Inoltre bisogna utilizzare lo shampoo delicato e il balsamo idratante. Quest’ultimo fa chiudere le squame di cheratina e garantisce la resistenza del colore.

È importante ridurre gli effetti negativi sui capelli (utilizzo di piastra e ferro arricciacapelli incluso). Se non potete limitare l’utilizzo del phon tenetelo a distanza con il braccio steso e mettetelo a temperatura media. Non dimenticate di utilizzare la protezione UV. Sulle doppie punte utilizzate sempre gli oli speciali.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.