Le tinte bio per capelli

I produttori di oggi si impegnano sempre di più a garantire una maggiore sicurezza in grado di ridurre i danni delle tinte. L'utilizzo frequente delle tinte compromette lo stato dei capelli a causa delle sostanze chimiche in esse contenute. Lo si può evitare? Sì se viene utilizzata una tinta bio. È un prodotto relativamente nuovo sul mercato. Esso non solo non provocai danni ma anche cura i capelli.

Le tinte bio hanno tanti pregi. Andiamo a scoprirli. Scopriremo anche come si utilizzano e quali sono le tinte bio migliori.

Cosa significa “bio”

Vernice per capelli «bio»I coloranti bio sono costituiti da componenti naturali per il 95 %. Non sono completamente privi di sostanze chimiche in quanto senza l'ammoniaca o il perossido di idrogeno è impossibile garantire la resistenza del colore. Però la loro concentrazione è talmente bassa da non provocare danni. Le tinte prodotte in Unione Europea hanno la dicitura COSMOSstandart il che significa che tali prodotti hanno la certificazione di qualità dall'unico standard COSMOS.

La gamma include molti colori e alcuni produttori creano le tinte in modo tale da poter mischiare diversi colori ottenendo delle nuove soluzioni.

Le caratteristiche

Le tinte bio come abbiamo già detto non si possono chiamare al 100% naturali. Però sono diverse dalle solite tinte per cui sono amate dai parrucchieri. Scopriamo quali sono le caratteristiche di queste tinte.

La composizione

Oltre all'ammonica e il perossido di idrogeno, necessari per attivare e per fissare il colore, queste tinte possono contenere anche delle particelle di pigmenti sintetici. Proprio questi vengono utilizzati per ottenere colori intensi e vivaci.

È dovuto alle dimensioni delle molecole dei coloranti naturali. Per esempio quelle dell'henne sono troppo grandi perciò non riescono a penetrare nel profondo del fusto e a fissarsi nello stesso.

Nel commercio sono presenti anche delle tinte che contengono gli estratti di cacao, bietola e altre piante. Quelli garantiscono il cambiamento del colore solo di 1-2 toni e non durano molto.

Oltre alle particelle pigmentate le tinte bio contengono gli oli naturali, gli estratti delle erbe farmaceutiche, i minerali e le vitamine che garantiscono la cura dei capelli.

Come usare la tintura per capelli organicaLe opinioni delle donne che hanno già provato le tinte bio confermano che i capelli diventano più morbidi, più setosi, più brillanti e meno crespi. Le sostanze naturali aggiuntive nutriscono, idratano e proteggono i capelli dai fattori negativi dell'ambiente e stimolano la funzione dei follicoli piliferi.

I vantaggi

Le tinte bio garantiscono i buoni risultati: oltre al colore i capelli ricevono una certa cura. Sarebbe meglio far fare la colorazione dal parrucchiere ma se c'è bisogno di mischiare più colori lo si può fare anche a casa.

Per tutto il trattamento ci vogliono circa 2 ore dipende dalla densità e dalla lunghezza dei capelli e dal tempo d'azione necessario.

Oltre a essere efficaci e semplici da utilizzare le tinte hanno altri vantaggi:

  • la composizione fino al 95% naturale;
  • la quantità minima delle sostanze chimiche aggressive o dei loro sostituti – la quantità del perossido di idrogeno e dell'ammoniaca e 10-20 volte di meno rispetto alle tinte normali oppure non ci sono affatto;
  • una vasta gamma di colori;
  • la resistenza alta del colore – permettendo una buona cura l'effetto resiste fino a 6 settimane;
  • la presenza nella composizione delle sostanze addensanti che rendono la chioma più voluminosa;
  • la possibilità dell'utilizzo frequente;
  • l'assenza della necessità della cura speciale dopo la colorazione rispetto alle solite tinte.

Gli svantaggi

Lo svantaggio principale delle tinte bio è il costo alto. È dovuto alla tecnologia più complessa e più impegnativa rispetto alle solite tinte chimiche.

Oltre al costo ci sono altri svantaggi:

  • la resistenza bassa rispetto alle tinte chimiche, per questo bisognerà fare spesso dei ritocchi;
  • l'impossibilità nel caso di alcune tinte di coprire i capelli bianchi. Esistono però delle tinte che lo possono fare;
  • il cambiamento del colore di 2-3 toni solo però il pigmento ha la capacità di accumularsi nel capello al fine di garantire un trattamento sempre più intenso;
  • la difficoltà dell'utilizzo di alcune tinte – in questo caso occorre rivolgersi al parrucchiere con esperienza.

L'utilizzo

Come tingere i capelli con vernici organicheAlcune tinte bio devono essere utilizzate in modo molto particolare. In questo caso non rischiate di utilizzarle a casa – sarebbe opportuno rivolgersi al parrucchiere per evitare i risultati inaspettati.

Non rischiate nemmeno se i capelli sono stati trattati prima con le tinte chimiche o naturali in quanto i pigmenti potrebbero mischiarsi in modo inaspettato.

Se avete deciso comunque di fare la colorazione seguite le seguenti istruzioni:

  1. Prima d'utilizzo fate una prova allergica: applicate una piccola quantità del composto sulla parte interna del gomito e su una ciocca piccola di sotto. Anche se le tinte bio sono considerate ipoallergeniche qualcuno può essere intollerante anche a certe sostanze naturali. Se dopo la prova non si è verificata alcuna reazione negativa procedete con la colorazione.
  2. Lavate bene i capelli con uno shampoo senza solfati senza utilizzare i balsami, le maschere e altri prodotti curativi.
  3. Proteggete le spalle con una mantella e le mani con i guanti, sui punti scoperti della pelle applicate una crema grassa o una cera speciale.
  4. Applicate il composto sui capelli leggermente bagnati e distribuitelo in modo uniforme con un pennello. Esistono le tinte già pronte all'utilizzo ed esistono anche quelle in polvere che bisogna temperare prima con l'acqua calda e dopo applicarle.
  5. Lasciate la tinta agire per 1-2 ore a seconda delle istruzioni sul foglietto illustrativo. Alcuni coloranti vengono lasciati all'aperto mente altri devono essere ricoperti.
  6. Sciacquate la tinta con l'acqua tiepida.
  7. È consigliato non lavare i capelli subito dopo la colorazione e non esporsi al sole.

Le tinte migliori

Bisogna essere attente scegliendo una tinta bio in quanto diverse tinte hanno le proprie particolarità.

Prima di tutto fate caso alla composizione. Le tinte di qualità contengono gli oli naturali, gli antiossidanti e i componenti idratanti e nutrienti. Non contengono invece le sostanze chimiche (o le loro quantità sono davvero basse).

Le tinte così garantiscono non solo un bel colore ma anche certa cura ai capelli.

Vediamo le tinte migliori delle marche più conosciute:

  • Natulique – una delle tinte bio migliori, contiene l'olio di argan e la quantità minima delle sostanze chimiche. La gamma dei colori è molto vasta.
  • Paletteby Nature – le tinte ipoallergeniche, contengono i flavonoidi e gli antiossidanti che rigenerano la struttura danneggiata dei capelli. La resistenza del colore è relativa.
  • Le tinture per capelli organiche più efficaciAveda – 95% della tinta sono gli oli vegetali e gli estratti, idrata, inspessisce i capelli, ha la profumazione floreale agrumata.
  • Organic Color System – al posto d’ammoniaca per ottenere il colore intenso e resistente viene utilizzato l’estratto di cocco. Le tinte nutriscono i capelli prevenendo la loro disidratazione e rendendoli elasticizzati e morbidi.
  • Kydra – le tinte ad alta concentrazione dei componenti nutritivi e idratanti: oli vegetali, estratti di piante, frutta o fiori.
  • Logona – ha all'interno il componente prezioso ovvero la montmorillonite che è in grado di liberare i capelli dalle sostanze chimiche e dalle tossine e di rigenerare la struttura del capello. Le tinte fanno bene ai capelli in quanto contengono pigmenti di origini vegetali. Le confezioni includono la tinta già pronta per essere utilizzata.
  • Sano Tint – una delle tinte più sicure in quanto contiene solo 0,1 % delle sostanze chimiche. Al posto di quelle il produttore utilizza gli estratti di melagrano, betulla e aloe, gli oli di mandorla e d'uva.

In conclusione

Nonostante le tinte bio non producono un effetto nocivo ai capelli, come le tinte chimiche, è consigliato utilizzarle non più di una volta ogni due settimane. Altrimenti rischiate di seccare troppo i capelli.

Dopo la colorazione cercate di curare i capelli per preservare più a lungo il colore e la salute. Utilizzate i prodotti di qualità, preferibilmente senza silicone, parabeni e solfati.

La scelta giusta della tinta e la cura possono garantire un effetto più duraturo.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.