Olio di mandorla per capelli: particolari e benefici

Da sempre gli oli naturali venivano usati per migliorare il benessere dei capelli. I componenti vegetali permettono di sbarazzarsi dei diversi problemi della chioma e cuoio capelluto in modo veloce ed efficace. L’olio di mandorla usato come base per le maschere per capelli oppure lo stesso olio puro è una vera salvezza per la capigliatura secca, sfibrata ed indebolita. Il rimedio ha confermato la sua efficacia e l’impatto benefico sui capelli, venendo utilizzato per arricchire i prodotti cosmetici. Adesso ne parliamo più in dettaglio.

Principi attivi

Per preparare l’olio per uso terapeutico viene utilizzata la mandorla dolce. A seconda dell’habitat il frutto di mandorla può contenere 40-62% della sostanza oleosa. Proprio quest’ultima si trasforma in un prodotto finale per la cura dei capelli.

È difficile sopravvalutare i benefici del rimedio, in quanto esso contiene tutti i componenti indispensabili per la salute e la bellezza della chioma.

  • Vitamine C e D – rinforzano le proprietà protettive e migliorano i processi metabolici.
  • Vitamina E – ringiovanisce le cellule, elimina le tossine e protegge la chioma ed il cuoio capelluto dall’impatto negativo dei raggi UV.
  • Vitamina F – un regolatore naturale dell’attività delle ghiandole sebacee che rimuove l’eccesso del sebo. Rende le ciocche elastiche e forti.
  • Vitamine del gruppo B – garantiscono il nutrimento completo dei follicoli ed accelerano il metabolismo al livello cellulare.
  • Vitamina B9 (acido folico) – previene i danneggiamenti del derma e dei capelli a causa delle temperature alte, ferma la caduta ed accelera la crescita.
  • Vitamina PP – protegge il colore e la brillantezza della capigliatura, previene la caduta, combatte contro la forfora e migliora il benessere del cuoio capelluto.
  • Minerali – fortificano, nutrono e proteggono i capelli.
  • Proteine – rinfrescano la chioma rendendola più lucida.
  • Acidi organici: linoleico, arachico, palmitico, palmitoleico, stearico ed altri – attivano la rigenerazione dei tessuti danneggiati, idratano i capelli secchi, curano le punte spezzate.
  • Grassi – favoriscono l’accelerazione della circolazione del sangue e della linfa. Essi aiutano le cellule a nutrirsi con le sostanze benefiche e rifornirsi di ossigeno più velocemente, proteggono dalla perdita dei capelli e favoriscono la crescita di quelli sani.

L’olio contiene anche il collagene responsabile per l’elasticità dei tessuti. Esso rende i capelli più morbidi, disciplinati, lisci e sani, li protegge dai danni meccanici.

Proprietà dell’olio

L’olio di mandorla si usa non solo per la cura dei capelli ma anche per la prevenzione. L’applicazione del rimedio non sarà mai dannosa anche se non avete nessun problema con la chioma. Anzi, esso preverrà gli eventuali danneggiamenti. È molto salutare utilizzarlo per proteggere e mantenere la salute e la bellezza delle ciocche. Ed anche nei casi seguenti:

  • la chioma sfibrata e priva di lucentezza;
  • le doppie punte che continuano a spezzarsi anche dopo essere state tagliate;
  • i capelli indeboliti a seguito delle colorazioni, della permanente e styling a caldo;
  • caduta dei capelli, fase iniziale della calvizie;
  • la chioma fragile ed indebolita;
  • la forfora, prurito ed irritazioni del cuoio capelluto.

Modalità d’uso

Olio di mandorla per capelliSi può applicare l’olio di mandorla sulla pelle e sulla chioma sia puro sia in combinazione con gli altri prodotti. Potete scegliere la modalità d’uso più adatta orientandovi sullo stato di benessere inziale dei vostri capelli e sui risultati desiderati.

I metodi dell’utilizzo dell’olio sono i seguenti:

  1. Applicate qualche goccia dell’olio sul pettine o sulla spazzola massaggiante a denti in legno e pettinate i capelli partendo dalle punte verso su. Non c’è bisogno di lavare poi la chioma, l’olio si assorbe benissimo. Se, invece, vedete che essa è diventata più untuosa, sciacquatela con la soluzione acquosa dell’aceto.
  2. Arricchire lo shampoo e balsamo. La proporzione è: per una dose del detergente mezzo cucchiaino dell’olio, strofinate bene il composto nelle mani. Solo dopo questo lo potete applicare sui capelli. Se volete preparare il rimedio per le future applicazioni, aggiungete 1,5 cucchiaino dell’olio nel flacone di shampoo o balsamo da 200 ml.
  3. L’olio di mandorla per la crescita dei capelli viene utilizzato come un rimedio per massaggi. Applicate il prodotto lungo le righe della capigliatura con un contagocce, una siringa senza ago oppure con un disco di cotone. Massaggiate delicatamente con i polpastrelli per 10 minuti. Dopo la procedura potete distribuire i residui del rimedio lungo le ciocche con un pettine.

L’olio di mandorla è pure adatto per una cura rapida dei capelli. Se li avete grassi, applicatelo su tutta la lunghezza 20 minuti prima di farvi lo shampoo. Sarà più facile farlo con un nebulizzatore.

Nel caso abbiate la chioma secca, usate l’olio per trattare le punte pulite e umide. Qualche goccia sarà sufficiente per una seduta.

Consigli degli esperti

L’olio di mandorla aiuta a combattere diversi problemi tricologici. Per ottenere i migliori risultati, bisogna sapere come utilizzarlo correttamente.

Gli esperti affermano che esso è completamente innocuo, però allo stesso tempo è capace di provocare una forte reazione allergica. Alla vigilia della prima applicazione provate il prodotto sulla parte interna del gomito mettendo un paio di gocce sulla pelle per 30 minuti. Quindi controllate se ci sono delle reazioni negative, quali prurito, arrossamento, eruzioni, etc. Se non ci saranno effetti indesiderati, potrete iniziare la cura ricostitutiva dei capelli rispettando le regole seguenti:

  • Prima di utilizzare l’olio, riscaldatelo a bagnomaria oppure strofinate nelle mani se dovete trattare solamente le punte. L’aumento della temperatura rafforza le proprietà penetranti dei principi attivi.
  • Applicate le maschere sui capelli umidi. In tal modo potrete mantenere l’equilibrio idrico ottimale all’interno delle strutture.
  • Il tempo di posa varia da mezz’ora fino a 8 ore. Se avete la chioma gravemente danneggiata, potete lasciare il rimedio agire per tutta la notte.
  • L’effetto delle maschere viene aumentato se coprite la testa. Avvolgetela con la pellicola alimentare e sopra con l’asciugamano tiepido.
Per la cura dei capelli applicate l’olio 2 volte alla settimana per 1,5 mese. Ai fini della prevenzione sarà sufficiente fare le maschere una volta ogni 2 settimane.

Ricette

L’olio di mandorla permette di riparare facilmente la chioma a casa senza tanta fatica. Si può preparare un composto nutriente, idratante oppure ricostituente usando dei prodotti semplici ed accessibili. La regola principale è che essi siano freschi e naturali. Qui sotto troverete alcune ricette molto efficaci che donano degli ottimi risultati.

Per accelerare la crescita

Riscaldate a bagnomaria 40 ml di olio di mandorla. Deve essere tiepido ma non caldo. Aggiungete 2 gocce di olio essenziale di rosmarino e 3 gocce di ylang ylang. Mescolate accuratamente. Massaggiate delicatamente il misto sul derma e sulle radici, il resto spalmatelo sulla lunghezza. Lasciate in posa al caldo per un’ora, dopo di che lavate via con lo shampoo.

È un rimedio universale adatto per tutti i tipi di capigliatura. Esso aiuterà a far crescere i capelli sani e belli, donerà loro una brillantezza naturale e proteggerà dall’impatto nocivo dei fattori esterni.

Maschera con olio di mandorle per la crescita dei capelli

Per fermare la caduta ed accelerare la crescita

Versate un bicchiere di acqua bollita tiepida (non calda!) su 10 g di senape in polvere. In un altro contenitore sbattete un tuorlo, aggiungete 20 ml di olio di mandorla, mescolate bene. Unite i due composti, aggiungete 60 ml di kefir ad alto contenuto di grassi.

La maschera deve avere una composizione omogenea, applicatela sulla chioma appena umida, coprite la testa, lavate via dopo 20 minuti. Tuttavia, se avete delle lesioni sul cuoio capelluto, scegliete un’altra ricetta, in quanto la senape dà un effetto molto irritante.

Questo rimedio aiuterà a sbarazzarsi del problema fastidioso della caduta dei capelli.

Contro le doppie punte

Le punte eccessivamente secche e fragili si possono spezzare con il passare del tempo donando all’acconciatura un look trascurato. Questa ricetta aiuterà a risolvere il problema. La dovete utilizzare solo dopo aver tagliato via le punte già spezzate.

Versate un cucchiaio di latte tiepido (meglio, quello di casa) su 20 g di fiocchi di avena. Aggiungete 20 ml di olio di mandorla riscaldato, mescolate bene. Applicate il composto sulle punte, coprite la testa, lavate via con lo shampoo dopo mezz’ora.

La maschera idrata le punte e le nutre con le sostanze benefiche, previene la disidratazione, protegge dall’impatto aggressivo dell’ambiente esterno.

Per nutrire e fortificare

Versate 3 cucchiai di acqua bollente su 1,5 cucchiaio di camomilla secca, lasciate in infusione per 15 minuti, quindi filtrate. Nell’infuso aggiungete 2 cucchiai di olio di mandorla ed un cucchiaino di miele liquido. Dopo di che unite un cucchiaio di latte e un tuorlo d’uovo, mescolate accuratamente il composto. Applicatelo sul cuoio capelluto e sui capelli, lasciate in posa al caldo per 2 ore, lavate via con lo shampoo.

Il rimedio permette di curare la chioma secca, sfibrata, spenta e fragile. È adatto per le donne che hanno rovinato i propri capelli con le colorazioni, decolorazioni e la permanente. Inoltre, la ricetta sarà particolarmente utile nei mesi freddi quando l’organismo ha un elevato bisogno di vitamine.

Conclusione

L’olio di mandorla è un rimedio universale che fa parte di molti rimedi professionali di brand famosi. Per ottenere un prodotto efficace e di qualità alta per la cura dei capelli, non si deve sempre spendere tanto denaro per gli agenti speciali. Potete preparare le maschere a base di olio di mandorla anche a casa oppure perfino usarlo puro.

Già dopo qualche settimana di applicazione regolare potrete notare i miglioramenti. Coccolate i vostri capelli con le procedure curative e godeteveli sani e forti.