Alopecia androgenica: diagnosi e terapia

L'alopecia androgenica è una malattia il cui sintomo principale è la caduta dei capelli nelle zone frontale e parietale. In queste zone i capelli diventano più sottili e cadono in grandi quantità. Bisogna dire che l'alopecia androgenica nelle donne non viene diagnosticata così spesso come negli uomini. In ogni caso tale difetto estetico causa seri traumi psicologici, portando a sensi di inferiorità e depressione. Quindi, con l'apparizione delle prime "campane", è necessaria un’urgente terapia medica. Se la malattia viene trascurata, sarà quasi impossibile salvare i capelli rimasti.

La terapia dell'alopecia androgenica negli uomini e nelle donne ha caratteristiche diverse e dovrebbe includere tutta una serie di trattamenti. Esaminiamo le cause, i sintomi e la terapia di questo tipo di alopecia in modo dettagliato.

Attenzione! Proteggete voi e le vostre famiglie dal Coronavirus

Che cos’è

Un tricologo è in grado di diagnosticare facilmente l'alopecia androgenica negli uomini e nelle donne.Cos'è l'alopecia androgenica? Questa domanda viene spesso posta da persone che non comprendono ancora il significato di queste parole, ma hanno già notato che con i loro capelli qualcosa non va. L’alopecia androgenica è considerata una delle forme più comuni di perdita dei capelli.

Nella maggior parte dei casi si tratta di una malattia ereditaria. I primi segni possono comparire anche all'età di 20 anni. Più la persona diventa anziana, maggiore è il rischio di sviluppare questo tipo di calvizie.

Un tricologo è in grado di diagnosticare facilmente l'alopecia androgenica negli uomini e nelle donne. Questo disturbo ha una sintomatologia pronunciata e un grado di progressione ben tracciabile. Dopo aver ascoltato il paziente e raccoltane l'anamnesi, lo specialista chiederà di fornirgli una foto della testa, in cui i punti dove sono caduti i capelli siano chiaramente visibili.

I pazienti spesso chiedono se sia possibile curare l'alopecia androgenica. È difficile, ma possibile. L’importante è scoprire il motivo della sua comparsa.

Cause

L'alopecia androgenica appare a causa dell’eccessiva influenza degli ormoni sessuali maschili sui follicoli piliferi. È interessante notare che la calvizie viene osservata non solo con un aumento del numero di ormoni nel sangue, ma anche con valori assolutamente normali. In quest'ultimo caso, nella pelle avviene eccessivo lavoro di un enzima che attiva gli ormoni "dormienti".

Le cause dell'alopecia androgenica nelle donne e negli uomini possono essere diverse. I fattori principali che causano lo sviluppo di questa malattia sono:

Negli uomini Nelle donne Generali
Ipo- o iperfunzione dei testicoli, orchite (infiammazione del testicolo). Gravidanza. Per il suo corretto sviluppo il feto ha bisogno di vitamine ed altre sostanze utili che provengono dall’organismo della madre. In questo modo la donna soffre di una carenza di microelementi importanti per la sua salute. La mancanza di nutrizione viene aggravata dallo sbalzo ormonale provocato dalla gravidanza stessa. Ereditarietà. Se i parenti più anziani soffrono di calvizie bisogna cominciare la prevenzione prima che compaiano i suoi primi sintomi.
Assunzione di stimolanti per la produzione di testosterone (droghe dopanti). Assunzione a fini contraccettivi di farmaci anticoncezionali che contengono ormoni sessuali maschili. L’età. Una donna su quattro e un uomo su due sopra i 50 anni presentano sintomi di alopecia androgenica.
Malattie degli organi riproduttivi (policistosi, sindrome dell'ovaio sclerotico, etc.) Influenza negativa di fattori esterni – situazione ecologica, uso di prodotti di bassa qualità per messa in piega, colorazione, permanente.
Alterazione dell'equilibrio ormonale (diminuzione degli ormoni sessuali femminili). Malattie del sistema endocrino, neoplasie.
Ipo- o iperfunzione dell’ipofisi.
Iperfunzione o neoplasia delle ghiandole surrenali.
Stress cronico, depressione, sovraccarico nervoso.

Sintomi

I sintomi di questa malattia sono leggermente differenti nelle donne e negli uomini. Dipendono dal sesso, da quanto è marcata la malattia e dalla presenza di manifestazioni indirette. Nello stesso tempo, diagnosticarla è abbastanza facile.

Un marcatore tipico di alopecia androgenica è che la perdita dei capelli nelle donne e negli uomini avviene solo dalle zone parietale e frontale del cuoio capelluto. Solo queste zone sono altamente sensibili agli sbalzi dei ormoni sessuali maschili.

L’alopecia androgenica nelle donne si manifesta con:

  • Diradamento dei capelli nelle zone già menzionate. Una perdita completa non avviene.L’alopecia diffusa viene più spesso diagnosticata nelle donne
  • Interruzione del ciclo mestruale. L’aumento della quantità di ormoni maschili sbilancia la sfera ormonale femminile.
  • Eruzioni cutanee di acne. La localizzazione tipica è sulla schiena e sul viso.
  • Irsutismo: crescita di peli di tipo maschile, naturalmente nelle aree dove le donne di solito non hanno i peli (guance, mento, petto, schiena e così via).

Come si può vedere, l’alopecia androgenica nelle donne ha dei sintomi abbastanza evidenti.

Non notarli, soprattutto nel complesso, è praticamente impossibile.

Negli uomini tuttavia questa malattia si manifesta solo con la perdita dei capelli nelle zone parietale e frontale.

Alopecia diffusa o androgenica?

L’alopecia diffusa viene più spesso diagnosticata nelle donne. Ciò non significa che l’uomo non ne possa soffrire. In alcuni casi è molto difficile riconoscerla, perché nella fase iniziale della malattia si può confonderla con l’alopecia androgenica.

L’alopecia diffusa riguarda tutto il cuoio capelluto. Non dipende dall’età, può manifestarsi in persone molto giovani o persino nei bambini. Il primo sintomo è una forte perdita dei capelli. Nel tempo, il diradamento diventa evidente anche ad occhio nudo. Circa il 20% degli uomini e il 40% delle donne sopra i 20 anni affrontano questo problema. La differenza principale rispetto all’alopecia androgenica consiste nel fatto che con l’alopecia diffusa i capelli cadono in modo uniforme e non localmente.

Terapia

L’alopecia androgenica negli uomini e nelle donne viene curata in modi diversi. Prescrivendo una terapia il medico dovrebbe tenere conto che gli uomini hanno maggiore bisogno di ormoni androgeni. Di conseguenza, non viene raccomandato l’uso di farmaci che bloccano completamente il testosterone. Qualora il divieto venga trascurato, l’uomo potrebbe perdere la libido. Potrebbe avviarsi anche un processo di femminilizzazione (comparsa di caratteri sessuali femminili). Alla fine, l’uomo rischia l’impotenza.

Quando l’alopecia androgenica viene diagnosticata nelle donne, la terapia prevede il blocco parziale o totale degli androgeni.

Negli uomini

L’alopecia androgenica negli uomini oggigiorno viene curata con tecniche terapeutiche specifiche e non specifiche.Prescrivendo una terapia il medico dovrebbe tenere conto che gli uomini hanno maggiore bisogno di ormoni androgeni

Le tecniche specifiche sopprimono l’eccessiva attività degli androgeni in modo da arrestare la perdita dei capelli. Solitamente vengono prescritti:

  1. Farmaci antiandrogeni. Il più efficace tra questi è “Minoxidil”. Questo farmaco influisce direttamente sui follicoli piliferi. Quindi, la fase di crescita dei capelli viene prolungata.
  2. Inibitori della 5-alfa-reduttasi. Questo enzima converte il testosterone in diidrotestosterone. I suoi inibitori (farmaci che sopprimono il processo di questa trasformazione) non influenzano negativamente la spermatogenesi, la potenza sessuale e la massa muscolare.
  3. Bloccanti di 5-alfa-reduttasi (“Finasteride”). Questi farmaci vengono prescritti solo in casi estremi. L'assunzione deve essere effettuata sotto stretto controllo del medico curante. Come accennato in precedenza, il loro uso potrebbe provocare ginecomastia (crescita del seno di tipo femminile), una alterazione della spermatogenesi, la perdita della libido e la completa impotenza.

Importante! Alcuni uomini assumono il farmaco “Verospiron” di propria iniziativa credendo che possa aiutare contro le calvizie. Non bisogna farlo per nessun motivo. Non risolve il problema, ma in ricompensa provoca l'impotenza e la crescita delle ghiandole mammarie come un effetto collaterale.

Le tecniche non specifiche nella cura dell’alopecia androgenica prevedono l’uso di fisioterapia (Darsonval, fototerapia, ecc.), di cui parleremo qui sotto.

Nelle donne

A seconda delle cause che hanno scatenato lo sviluppo della malattia, l'alopecia androgenica nelle donne viene trattata con i farmaci seguenti:

  • “Spironolattone”: Rimuove dal corpo i liquidi in eccesso e contemporaneamente blocca il diidrotestosterone.
  • "Cimetidina": Elimina i peli sul viso, aiuta a curare le ulcere, riduce la produzione dei succhi gastrici.
  • "Ciproterone acetato": Impedisce agli androgeni di connettersi con i recettori delle cellule del follicolo pilifero.
  • "Finasteride". Blocca il diidrotestosterone. Il suo principio attivo riduce la produzione degli ormoni che hanno un effetto dannoso sui follicoli piliferi.
  • "Flutamide": L'alopecia androgenica nelle donne viene curata con questo farmaco quando la malattia diventa cronica. Blocca al massimo i recettori degli androgeni. Di conseguenza, la reazione del corpo agli androgeni cessa.
  • "Verospiron": Farmaco diuretico con azione prolungata, il cui scopo principale è la terapia della ipertensione arteriosa. È un ottimo bloccante per la produzione degli ormoni sessuali maschili. Il "Verospiron" può essere prescritto solo da un tricologo, è pertanto vietato assumerlo di propria iniziativa.L'alopecia androgenica nelle donne viene trattata con farmaci speciali

Se la terapia medica dell'alopecia androgenetica nelle donne non ha successo, viene proposta la mesoterapia. Nel cuoio capelluto, per via sottocutanea, vengono iniettati farmaci con componenti nutrizionali, vitamine, microelementi utili e sostanze per stimolare la crescita dei capelli.

Questa procedura stimola la microcircolazione del sangue e intensifica i processi. Tutto ciò aiuta a ricostruire i follicoli piliferi.

Fisioterapia

Spesso la terapia medica viene completata da procedure di fisioterapia. Per migliorare l'efficacia della terapia dell'alopecia androgenetica, i tricologi di solito prescrivono:
  • mesoterapia — come abbiamo menzionato prima, si tratta di un ciclo di iniezioni di cocktail vitaminici medicinali sotto il cuoio capelluto;
  • fototerapia — esposizione alla luce artificiale (quasi sempre viene usato il laser);
  • massaggio – vacuum (a vuoto) o manuale;
  • ultraphonophoresi — getti di ultrasuoni sul cuoio capelluto, rinforzati dall'iniezione di farmaci anti-infiammatori;
  • peeling galvanico del cuoio capelluto — esposizione alla corrente galvanica in combinazione con l'uso di sieri per peeling;
  • ionoforesil della zona cervicale;
  • maschere curative.

Nei casi complicati, in assenza dell'effetto dell'uso di farmaci e fisioterapia, la caduta dei capelli (l’alopecia androgenetica) viene curata con trapianto di ciocche artificiali. Questa procedura viene effettuata solo su richiesta del paziente.

Ricette popolari

Molti vogliono sapere se l'alopecia androgenetica può essere curata con i rimedi che si trovano in casa. Da soli non sono sufficienti. Invece, possono essere più che altro complementari ad una terapia conservativa. La terapia con rimedi popolari senza supporto farmacologico è inappropriata, poiché il loro effetto è di breve durata.

Si noti che tra le più popolari ricette della "nonna" ci sono l’uso dell'olio di bardana, gli infusi di foglie di ortica e radici di bardana, così come l'acqua acidificata.

  1. Olio di bardana. Avrete bisogno di questo prodotto (disponibile in farmacia), così come di succo di limone, miele e tuorlo d'uovo. Prendete un cucchiaio di ogni ingrediente e mescolate tutto. Applicare il rimedio sulle radici dei capelli. Distribuite con cura l’olio di bardana fino alle punte usando un pettine. Avvolgete la testa con un asciugamano di spugna per 30 minuti, quindi risciacquate.
  2. Infuso di foglie di ortica. L'ortica essiccata dioica (2 cucchiai) viene coperta con acqua bollente (500 ml) e messa a fuoco debole. Cuocere per 10 minuti dopo l'ebollizione. Quindi rimuovere dalla piastra e lasciare in infusione per 40 minuti. L’infuso dovrebbe essere usato al posto del balsamo per capelli. Il risultato dell'applicazione è un miglioramento dell'aspetto dei capelli ed una maggiore lucentezza.
  3. Infuso dalle radici di bardana. Il modo di preparazione è esattamente lo stesso della ricetta con l'ortica. Il rimedio finito deve essere spalmato sulle radici dei capelli.
  4. Acqua acidificata. Diluire in acqua il succo di limone o aceto da tavola (le proporzioni — un cucchiaino per litro d'acqua). Il prodotto preparato deve essere usato per il risciacquo dei capelli dopo ogni lavaggio.

Fa molto bene integrare la terapia farmacologica con le maschere per rafforzare i capelli. Preferibilmente applicatele una volta alla settimana. Si può prepararle da soli usando rimedi popolari. Se non c'è possibilità – si possono comprare già pronte in qualsiasi farmacia. Ad esempio, si può prendere olio di bardana come ingrediente di base e integrarlo con diversi ingredienti naturali utili.

E per concludere

La perdita genetica dei capelli causa difetti locali sul cuoio capelluto. Tutti i capelli non vi cadranno. Tuttavia, bisogna contrastare la malattia.

L'alopecia androgenica nelle donne deve essere curata esclusivamente sotto la supervisione di un medico esperto. In nessun caso si dovranno assumere farmaci senza consenso di un specialista. Ad esempio, "Verospiron", "Flutamide", "Spironolattone" possono causare danni alla salute, se non si prendono in considerazione i loro effetti collaterali e si trascura di consultare il medico. L'uso autonomo di prodotti per uso esterno può provocare un'ulteriore sviluppo della malattia. Risolvere questo problema sarà difficile anche per un professionista.

Questo significa che anche se una vostra buona amica è guarita con l'aiuto delle terapie menzionate prima, ciò non significa che anche voi potrete assumere tutto ciò. "Io mi curo solo sotto controllo di un medico" – questa deve essere la risposta a tutte le raccomandazioni degli amici di provare questo o altro rimedio "sicuro al cento per cento".

Per migliorare le condizioni della capigliatura durante il corso della terapia si possono usare degli shampoo naturali. È anche auspicabile utilizzare attivamente l'olio di bardana e altri rimedi popolari. Inoltre è importante passare ad una dieta sana, aumentare l’attività fisica e riposare a sufficienza.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.