Particolarità della tintura di bianco

Le bionde hanno sempre avuto il successo con gli uomini. Probabilmente perché i capelli bianchi naturali sono rari. Ma le donne moderne hanno tutto per poter sperimentare con il look ovvero molti brand offrono le tinte di tutti i tipi e colori. Comunque prima di prendere la decisione bisogna studiare bene tutte le particolarità della tintura dei capelli e della cura successiva. Inoltre bisogna capire se il colore scelto vi starà bene. Parliamo di queste cose e scopriamo quali tinte scegliere.

Candidato ideale

Il proprietario di capelli bianchi dovrebbe avere un viso ideale, senza difettiLa tintura bianca deve essere pensata bene fin dall’inizio. Tra le tonalità bianche non ci sono quelle calde ma solo quelle fredde. Per questo non sta bene a tutti. Per esempio le persone more con la carnagione abbronzata con gli occhi scuri possono anche provare la tintura bianca ma meglio se sarà effettuata con la tecnica di balayage o shatush. Sicuramente in questo caso sarebbe da evitare la tintura intera di biondo freddo.

L’importante che il biondo rimanga in armonia con il vostro aspetto e sembri naturale – solo in questo caso riuscirete ad ottenere un ottimo risultato.

Vediamo che caratteristiche deve avere il candidato ideale.

  1. Colore bianco porcellana della carnagione (si possono vedere anche i capillari), va bene il colore rossiccio naturale delle guance o l’abbronzatura leggera.
  2. La pelle sul viso perfetta senza defetti in quanto il bianco li sottolineerà tutti.
  3. Gli occhi di color azzurro o grigio-azzurro in quanto proprio con questo colore il biondo freddo si sposa in modo più naturale.
  4. I tratti del viso classici e belli. Se avete il viso di una forma piuttosto tonda o quadrata il biondo freddo vi aggiungerà il volume.
  5. Sui capelli biondi già di sé sta benissimo. Invece sui capelli scuri bisogna applicarlo più volte per ottenere lo stesso risultato. Sui capelli scuri si può verificare anche un riflesso giallo-rosso non desiderato assolutamente.

Vantaggi e svantaggi

Qualsiasi persona può cambiare il colore dei capelli ma prima bisogna valutare i vantaggi e gli svantaggi del cambiamento. Molto dipende dalla tinta che viene utilizzata. Sarebbe meglio se fosse professionale. In queste tinte l’effetto negativo dell’ammoniaca viene compensato con le cere naturali, gli oli e gli estratti vegetali. Se la tinta è di qualità insufficiente si rischia di creare un danno ai capelli e ottenere il colore diverso da quello desiderato.

Vediamo meglio i vantaggi e gli svantaggi della tintura dei capelli.

Vantaggi

  • L’effetto – se vi sta bene il bianco il vostro look migliorerà, sarà più vivace.
  • La possibilità di camuffare i capelli bianchi – anche se ne avete più del 50 %, starà particolarmente bene il biondo cenere.
  • La piega facile – anche se prima della tintura i vostri capelli erano indomabili, dopo la tintura non avrete più i problemi.
  • La varietà dei colori – il biondo ha una vasta gamma delle tonalità.

Svantaggi

  • Quali sono gli svantaggiI danni ai capelli. La schiaritura ha sempre delle conseguenze: la struttura dei capelli si rovina in ogni caso e ripristinarla sarà piuttosto difficile.
  • Il costo alto della tintura nel salone. I parrucchieri con l’esperienza fanno i prezzi abbastanza alti ma rivolgersi ai parrucchieri amatoriali in questo caso sarebbe rischioso.
  • La durata del trattamento. Per ottenere il risultato desiderato spesso ci vogliono più di una tintura specialmente nel caso dei capelli scuri.
  • La necessità della frequente tintura delle radici perché man mano crescono i capelli il confine diventa sempre più visibile.
  • Il pericolo per la salute. Se utilizzate le tinte aggressive e gli ossidanti a casa rischiate di bruciare i capelli e il cuoio capelluto, di provocare l’intossicazione con l’ammoniaca e l’allergia.

Come tingere i capelli di bianco senza avere i riflessi gialli?

I riflessi giallo-rossi possono risultare sui capelli scuri tinti di bianco. Questo succede perché il colore naturale prima o poi esce fuori nonostante la resistenza della tinta.

Per prevenire questo bisogna prepararsi alla tintura. Seguendo delle regole riuscite ad ottenere il colore armonico corrispondente a quello sulla confezione e preservare la salute dei capelli.

Allora le preparazioni:

  • 2 mesi prima della tintura non fate la permanente, non tingete i capelli con le tinte permanenti ma nemmeno con gli shampoo colorati o le tinte naturali.
  • Evitate le piastre usando solo il phon preferibilmente ad aria fredda per non fare i danni ai capelli.
  • Cercate di evitare i prodotti per lo styling: mousse, lacche, gel ecc. Essi si accumulano nei capelli appesantendoli.
  • Lavate i capelli con lo shampoo senza solfati in quanto le sostanze chimiche si possono accumulare nei capelli e possono intervenire durante la tintura e compromettere il colore che state ottenendo.
Importante sapere! Nel periodo di mestruazioni e di gravidanza è sconsigliatissimo tingere i capelli di bianco in quanto qualsiasi cambiamento ormonale può compromettere il colore.

Tintura senza ammoniaca

Le tinte senza l’ammoniaca sono la scelta migliore per chi vuole diventare biondi. Ma i capelli scuri vengono schiariti comunque e solo dopo si fa la tintura. Inoltre se avevate utilizzato delle tinte resistenti prima della tintura bisogna togliere il pigmento con i prodotti appositi.

Le tinte di qualità che contengono i componenti non molto aggressivi propongono i brand come “Garnier”, “Wella”, “Revlon” e altri. Se i vostri capelli sono corti potete fare la tintura a casa.

Per questo vi servirà:

  • Tinture per capelli bianchiLa polvere per la schiaritura.
  • L’ossigeno corrispondente al colore naturale dei capelli: vol. 30 per i capelli chiari, vol. 40 per i capelli scuri.
  • Il toner per togliere il riflesso giallo e ottenere il tono desiderato.
  • Il mixtono che rinforza il colore e assorbe i toni indesiderati, per ottener il biondo vengono utilizzati i mixtoni argentati e rosa.
  • Lo shampoo con il pigmento viola aiuta a togliere il giallo indesiderato.
  • Strumenti per la tintura.

Tecnica

Dopo che avete tolto la tinta precedente dai capelli (se presente), li avete schiariti e avete creato la base ideale è l’ora di procedere con la tintura. SI può applicare la tinta da soli ma è sempre meglio rivolgersi dai parrucchieri che aiuteranno a scegliere il colore giusto. SE non avete questa possibilità seguite i nostri suggerimenti per ottenere un biondo bello vivace.

Procedimento passo a passo

  • Dividete i capelli in 4 parti uguali: dividete dal centro della fronte alla nuca e da un orecchio all’altro. Fissate con i fermagli.
  • Partite con la tintura dalla fronte. Prendete una ciocca spessa circa 1 cm e applicate il composto prima sulle radici proseguendo successivamente su tutta la lunghezza fino alla punta. Dopo la zona frontale passate a quelle laterali muovendovi dall’apice alle orecchie.
  • Regole di colorazioneLa zona della nuca va tinta sempre a ciocche di 1 cm ma fate una linea diagonale dall’ apice movendovi all’ultima linea inferiore della crescita dei capelli.
  • Dopo l’applicazione del composto su tutti i capelli indirizzateli all’insù e lasciate per 15 minuti.
  • Trascorso il tempo passate sui capelli ciocca dopo ciocca con un pettino di plastica in modo tale da distribuire il composto sui capelli.
  • Lasciate agire la tinta per il tempo indicato sul foglio illustrativo.
  • Sciacquate la tinta con l’acqua tiepida, utilizzando i prodotti colorati se è necessario.
  • Quando avete finito applicate il balsamo nutritivo, sciacquatelo e asciugate i capelli.

Tintura temporanea

Chi non è pronto ai cambiamenti drastici o chi non vuole creare danni ai capelli si consiglia di utilizzare i prodotti per la tintura temporanea. Essi non danneggiano la struttura del capello e non influiscono sullo strato cheratinico fissandosi esclusivamente sulla superficie cosa che li rende assolutamente sicuri.

Lo spray speciale darà il colore non solo ai capelli chiari ma anche a quelli scuri.

Si sciacquano con lo shampoo normale già dopo il primo lavaggio e non vi serviranno i prodotti aggiuntivi.

Facendo così potete non solo rinfrescare il vostro look per un evento particolare ma anche provare il colore che vi piace.

Particolarità di cura

Dopo la tintura i capelli necessitano di una buona cura. Dovreste usare i prodotti dedicati ai capelli schiariti. Essi contengono una quantità giusta di sostanze benefiche che garantiscono la rigenerazione veloce dei capelli.

Non fate la tintura se i vostri capelli sono sottili. Sarebbe meglio curarli prima e solo dopo fare esperimenti.

Ecco alcuni suggerimenti dagli stylist per i biondi:

  • Fare la cura vitaminica per le rigenerazione dei capelli;
  • Fare l’uso delle maschere e dei balsami rigeneranti;
  • Minimizzare l’utilizzo del phon e della piastra;
  • Proteggere i capelli dal freddo (d’inverno) e dal caldo (d’estate);
  • Lavare i capelli non più di una volta ogni 3 giorni in quanto i lavaggi frequenti seccano i capelli;
  • Tagliare in tempo le doppie punte per non arrivare alla distruzione del capello intero;
  • Pettinare spesso i capelli in modo tale da rinforzarli;
  • Fare i trattamenti che proteggono il colore e rigenerano i capelli.

Conclusione

Tingere correttamente i capelli di bianco è un compito difficile specialmente se avete già sperimentato le tinte resistenti in precedenza. In questo caso è difficile scegliere le tonalità giuste e le proporzioni giuste. Perciò sarebbe meglio rivolgersi all’esperienza di un parrucchiere che saprà cosa fare.

Potete tingere i capelli anche a casa ma solo se siete sicuri che sarete capaci di ottenere il risultato desiderato. Non dimenticate che i capelli biondi necessitano di una buona cura che permetterà di preservare la loro bellezza, salute e forza.

Dopo il trattamento utilizzate i prodotti senza solfati per almeno 3 giorni. Andrebbe bene lo shampoo “L'Oréal Botanicals”, per un effetto migliore aggiungete il balsamo “Botanicals Lavanda” o la maschera “Botanicals Maschera”.